Ciclabile tra i lungomare, Poeta: “Entro fine marzo partiranno le ruspe”

CIVITANOVA - L'assessore ai lavori pubblici riconosce difficoltà amministrative, che dovrebbero però essere in via di risoluzione. Più complesso l'iter per il sottopasso. Giovedì prossimo incontro promosso dall'associazione Fonte
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'assessore ai lavori pubblici Marco Poeta

L’assessore ai lavori pubblici Marco Poeta

di Laura Boccanera

Dovrebbero sbloccarsi a breve i lavori pubblici relativi alla pista ciclabile di raccordo fra lungomare sud e lungomare nord e i lavori per il sottopasso del lungomare nord per collegare la statale al litorale. Difficoltà amministrative hanno al momento congelato i lavori, ma l’assessore Marco Poeta è ottimista: “Entro fine marzo dovrebbero partire le ruspe per la ciclabile – dice – un lavoro che ha un costo di 465mila euro e finanziato dalla Regione”. Si tratta di 700 metri di lunghezza che collegheranno il lungomare Piermanni al litorale nord attraverso l’area di via Leonardo da Vinci. Maggiori invece i problemi per il sottopasso sul lungomare nord: una storia infinita che sembrava aver avuto un’accelerata nell’ultimo periodo con l’aggiudicazione del bando per il via, ma che si trova ora in una fase di stallo a causa della mancata presentazione di alcuni documenti da parte della ditta vincitrice e che precludono l’inizio del cantiere. La vicenda comincia nel 2009 quando viene approvato il progetto definitivo del collegamento pedonale con la statale: il primo bando va deserto e si procede con la contrattazione ad evidenza pubblica aggiudicata dalla ditta Edra di Senigallia. Nel frattempo però alcuni residenti presentano ricorso la Tar contro l’esproprio di una lingua di terra poi giunto a lungomare nordtransazione. Ora la mancanza dei documenti: “se la ditta entro un termine che abbiamo stabilito non li fornirà procederemo all’evidenza su invito per stipulare un contratto con un’altra ditta e far partire i lavori – ha detto Poeta. Ma proprio il lungomare nord è stato al centro di un incontro tra amministrazione e Prefettura. La riunione, voluta da Prefetto, aveva l’obiettivo di verificare la sicurezza della strada in caso di emergenze: lo scorso anno infatti la ciclabile è stata spostata sul lato est della carreggiata e la pista ciclabile e pedonale, senza cordoli, ha un’ampiezza maggiore per permettere in caso di emergenza il transito dei mezzi di soccorso. “Il prefetto ha recepito che le soluzioni adottate garantiscono la sicurezza e ci siamo impegnati a migliorare ancora di più gli standard – continua l’assessore – in conferenza dei servizi discuteremo di ulteriori misure come la segnaletica che avvisa i pedoni che la carreggiata può essere occupata da mezzi di soccorso, l’allargamento della ciclabile in un tratto e l’installazione di un semaforo intelligente che fa scattare il rosso sulla statale e il verde sul sottopasso di Broccolo in modo da permettere alle auto di defluire più velocemente”. Ma in vista dell’apertura della stagione estiva i concessionari di spiaggia del lungomare nord tornano a parlare col sindaco per richiedere più parcheggi e maggiore illuminazione e vigilanza. Giovedì sera alle 21, nella sala parrocchiale della Chiesa di San Carlo Borromeo, l’associazione Fonte organizza un incontro proprio per discutere delle problematiche del lungomare nord. Saranno presenti balneari, Amministrazione e commercianti.   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X