Tra la Lube e la finale c’è Perugia
Baranowicz: “Attenti, loro sono in forma”

COPPA ITALIA VOLLEY - Il palleggiatore biancorosso ha già vinto il trofeo quando giocava con Cuneo. Sabato a Bologna il confronto con gli umbri per staccare il pass alla gara che deciderà le Final Four
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Michele Baranowicz, uno degli ex

Michele Baranowicz

La Lube Banca Marche è tornata oggi al lavoro, dopo il lunedì di riposo concesso successivamente alla vittoria in campionato su Verona, la quarta consecutiva per la squadra di Alberto Giuliani che è tornata a sudare in palestra con il mirino inevitabilmente puntato sulla final four della “Del Monte” Coppa Italia.
“Arriviamo a questo appuntamento reduci da una buona striscia di vittorie che ci ha permesso di rialzarci dopo aver attraversato un momento piuttosto difficile della stagione – dice il palleggiatore biancorosso Michele Baranowicz – Vittorie importanti generate da prestazioni nuovamente consone a quelli che sono i nostri livelli, quindi dobbiamo continuare a lavorare sodo in questi giorni, e fare di tutto per esprimerci al meglio quando saremo in campo sabato prossimo”.
Sabato alle 16, al Pala Dozza di Bologna, i biancorossi in semifinale se la dovranno vedere contro Perugia, una delle squadre attualmente più in forma del campionato. “La Sir Safety – conferma Baranowicz – sta dimostrando sul campo di avere grandi potenzialità: collezionando vittorie importanti e giocando una buona pallavolo. Anche contro di noi, qualche settimana fa, è riuscita a metterci in grande difficoltà. Dunque ci aspetta una partita molto tosta, questo lo sappiamo già. Se c’è una favorita per questa final four? Il campionato fino a questo momento ha già dimostrato che le sorprese non sono mai da escludere, tutti possono vincere contro tutti. La Lube  deve pensare solo a sé stessa, mettendo in campo sin dall’inizio tutte le proprie forze e soprattutto l’atteggiamento giusto”.
Per Baranowicz si tratta della terza final four di Coppa Italia in carriera: nel 2006, giovanissimo (aveva appena 17 anni), si aggiudicò il trofeo con Cuneo guardando però la partita dalla panchina. Nella passata stagione, con Modena, venne invece eliminato in semifinale proprio dalla Lube. “Stavolta, dice il palleggiatore piemontese – voglio provare a vincere il trofeo da protagonista. Si tratta di un titolo importante e dimostreremo di volerlo vincere”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X