L’ex diavolita Melita Toniolo protagonista
nel Grande Inferno mascherato

Nessun politico ma tantissima gente per il carnevale passotreiese. Dopo il premio per la "Grande Bellezza" è arrivato anche il gruppo dei sosia degli attori hollywoodiani con tanto di statuetta dell'Oscar ma l'Academy della frazione ha premiato il gruppo di Madonna del Monte "Risolleviamo l'Italia". "Il Grande Fratello? Mi sono addormentata dopo un'ora"
- caricamento letture
carnevale_passotreiese-13

L’Oscar e i sosia degli attori hollywoodiani

di Maurizio Verdenelli

(Foto di Genesio Medori)

‘La Notte degli Oscar’, dove in passate edizioni tre maceratesi (Ferdinando Scarfiotti, Dante Ferretti e la moglie Francesca Lo Schiavo) hanno vinto in tutto sette statuette e ‘La Grande Bellezza’ (con un protagonista maceratese come Franco Graziosi, l’attore preferito da Giorgio Strehler) hanno fatto irruzione in uno dei più antichi carnevali della Terra delle Armonie, quello di Passo di Treia giunto alla soglia del mezzo secolo di vita. Il gruppo degli Scouts di Macerata con i ‘sosia’ (diciamo così) di Brad Pitt, Angelina Jolie, Johnny Deep, Nicole Kidman. Woody Allen, una ‘Statuetta’ in carne ed ossa e ballerini felliniani, ha riscosso una corale nomination di apprezzamento e simpatia ma purtroppo nessun premio da parte dell’Academy passotreiese. Che ha decretato il successo al maxi-gruppo di Madonna del Monte “Risolleviamo l’Italia’, vincitore a Macerata (leggi l’articolo) con Giuseppe Garibaldi felice a braccetto con le Sorelle Bandiera e, sopratutto, Melita Toniolo. E’ stata lei l’autentica star della 49. edizione del ‘Grande Inferno’ mascherato passotreiese, che ha dovuto sopportare la defezione (un leggero malessere) dell’esplosivo parroco don Ariel, autentico dominatore lo scorso anno come ‘Sister Act’. Al grido di ‘Santa subito’, stavolta, la protagonista assoluta è stata l’ex gieffina ed ex Diavolita alla quale ha strizzato l’occhio l’aitante ‘Lucifero’ del gruppo ‘Angeli e Diavoli’ dell’oratorio passotreiese Giovanni XXIII. A scanso di equivoci, gli assistenti di don Ariel hanno tenuto a rassicurare che, nel caso il parroco fosse potuto intervenire, avrebbe vestito i panni dell’Arcangelo Gabriele. Il sostituto, in compagnia di Lucifero, ha guadagnato comunque il terzo premio dalle mani del presidente della Proloco, Francesco Pucciarelli. Nell’assenza totale e chirurgica di qualsivoglia politico e pure ex, sia sul palco sia nell’arround passotreiese, nereggiante di circa 3.000 presenze come contabilizzate dal presidente del comitato organizzatore, Daniele Bianchi.

 

carnevale_passotreiese-55

Melita Toniolo ha premiato i vincitori

La campagna elettorale strisciante, di cui si hanno per di più notizie vaghe ed imprecise (ad eccezione della candidatura Cammertoni) ha creato questo vacuum insolito per il popolarissimo carnevale, consueta vetrina dei molti ‘nomina’ locali. Non si è visto neppure chi è fuori ‘dai giochi’ cittadini (assicura): il presidente della Provincia, Pettinari, che abita ad un tiro di schioppo da Passo Treia. Nessuno dei tremila naturalmente si è stracciato le vesti per le ‘assenze eccellenti’ tantopiù che il ‘vuoto’ (questo più grave) è stato testimoniato pure dalla figurazione dei gruppi. Mentre ormai stabilmente assenti dallo 2013, sono i ‘carri’. A ‘riempire’ i cuori e le vene ci ha pensato l’ex Diavolita di Lucignolo tra i ‘forconi’ del gruppo passotreiese e quelli della vicina San Severino. A volere uno ‘scatto’ con la bella trevigiana in una processione ininterrotta sul palco, ragazzini e ragazzine sognando anche loro un futuro come quello di Melita, lanciata nel 2007 dal ‘Grande Fratello’. “Anche se tutto è cambiato in fretta -fa lei- io ero piena d’ansia e timidissima. Ieri sera invece ho visto concorrenti che cercavano la telecamere come vip di lunga militanza. Resta grande Alessia Marcuzzi, tuttavia dopo un’oretta mi sono addormentata…”. La prima volta nel Maceratese, Melita? “Sì, ma ho potuto vedere poco intorno se non la follia vera di questa gente entusiasta. Ho detto al presidente che per la 50. edizione del Carnevale vorrò ritornare”. Che le ha risposto? “Magari”.
E’ stata una bella edizione, cui si è inchinato anche il meteo che prevedeva pioggia ed invece si sono visti, se non i politici, sole e larghi squarci d’azzurro. A Passo Treia, luogo di lavoro e d’integrazione multietnica, la giuria (a differenza di quella maceratese) è stata di sensibilità diversa premiando alle spalle di Garibaldi, ma prima ancora del bel gruppo locale, il ‘Mama Dou et Le Groupe Djembè Rythme’ dal Senegal. E’ stato bello sentire il leader chiamare alla ribalta tutti i componenti dello sfrenatissimo ensemble: nomi italiani ed africani e pure i nomi dei familiari degli stessi, sulla piazza. Anche questi italiani e stranieri (chiunque lo è sempre rispetto ad un altro, indicava un cartello). Un esempio di vicinanza, cooperazione e convivenza verso una vera civiltà multietnica. Una bella lezione da Passo di Treia al grido di Viva l’Italia, Viva il Senegal!

carnevale_passotreiese-7Il carnevale n. 49 ha servito tanti altri piatti ‘forti’. Il premio speciale al gruppo locale “Peppa Lu Porcu’ costituito da bambini e genitori, e pure ai mitici ‘Cantastorie di Passo di Treia’: dieci ‘diversamente giovani’ che tengono vivo il passato. Tra questi il docente di Matematica, prof. Luciano Carletti (da museo il suo organetto ad 8 vasi), ‘fra Pappina’ al secolo Nicola Orazi (il ‘ciampinu’ lo strumento musicale: un tamburello) e la ‘voce’ Ferdinando Stacchiotti, amico del maratoneta Ulderico Lambertucci che lui segue dappertutto (“Da Treia a Pechino ho guidato il camper”).
Ben presentato da David Romano (diretta di Multiradio con Giusi Marinozzi e il Dj Fabio Effe), il carosello carnevalesco allietato dalla banda musicale di Treia e dalla voce del duo ‘Las Vegas’o, contava tra i gruppi anche quello morrovallese “Mastro Giotto e i suoi pastelli” ed una fuggevole ma non inosservata, apparizione della fatidica ‘topolino’ guidata dal maceratese cavalier Prato.
Da parte loro ‘Li Pistacoppi’ di Macerata hanno fatto ballare assieme angeli, diavoli e Melita con addosso una divisa militare marrone che poteva andar invariabilmente bene sia per un reparto dei parà, sia per una sfilata di majorettes. Romano le ha chiesto pure se si sentisse più diavolo o angelo: “Mi sento a metà” ha detto l’ex di Lucignolo, senza più cornetti rossi, ormai quasi Fatina azzurra. Alla quale tante madri hanno affidato anch’esse fiduciose, i propri bimbi per la foto ricordo.
Dopo la sfilata, ecco le ‘grandi manovre’ d’avvicinamento al cinquantesimo de ‘Le Carnaval de Pays’ (sottotitolo di questa edizione) con ricco contorno. Al centro la gara canora e d’imitazione ‘Identicu e spiccicatu’, ‘La valigia delle meraviglie” (clown show) ed una lotteria che prevedeva, come secondo premio, un buono acquisto di 800 euro nel vicino centro commerciale. Alla biglietteria ‘Mister Carnevale’, al secolo Enrico Compagnoni, per decenni presidente del comitato organizzatore a significare un solidale passaggio di consegna per far continuare a vivere uno dei brand della frazione più popolosa di Treia. Un carnevale nel quale la popolazione è coinvolta. Tanto da far vestire perfettamente da cavalieri templari i fratelli Roberto e Graziano Biagetti (da castellana. Helena Chiusaroli) servendo tutti quanti con grande aplomb caffè ed aperitivi nel loro ‘Bar Roma’ salvo…arrendersi e consegnare l’incasso davanti alle pistole spianate di Billy The Kid e del suo ‘giro di sciantose’, penetrati…a sorpresa nel locale. Rapina per finta, è chiaro perchè a Carnevale ogni scherzo vale. Da domani torneremo a ‘risollevare l’Italia’ come ci segnala il gruppo di Madonna del Monte, più premiato in questi giorni che ‘Gravity’ nella Notte degli Oscar.

I membri del comitato organizzatore del 49° Carnevale Passotreiese ringraziano gli sponsor, i collaboratori e tutti i partecipanti per l’ottima riuscita della manifestazione e comunicano i biglietti vincenti della Lotteria di Carnevale: 1° Premio – Bicicletta Elettrica – 4563 / 2° Premio – Buono Acquisto € 800 Villa Shop – 4157 / 3° Premio – Frigorifero SMEG – 3596 / 4° Premio – TV LCD 32″ – 3794 / 5° Premio – Bicicletta da passeggio – 0295 / 6° Premio – Fornitura caffè Janus – 4015 / 7° Premio – Avviatore elettrico – 4072

Guarda il video di Mandino Tiburzi:

)

carnevale_passotreiese-1
carnevale_passotreiese-2   carnevale_passotreiese-3   carnevale_passotreiese-4   carnevale_passotreiese-5   carnevale_passotreiese-6  
  carnevale_passotreiese-8   carnevale_passotreiese-9   carnevale_passotreiese-10   carnevale_passotreiese-11   carnevale_passotreiese-12  
  carnevale_passotreiese-14   carnevale_passotreiese-15   carnevale_passotreiese-16   carnevale_passotreiese-17   carnevale_passotreiese-18   carnevale_passotreiese-19   carnevale_passotreiese-20   carnevale_passotreiese-21   carnevale_passotreiese-22   carnevale_passotreiese-23   carnevale_passotreiese-24   carnevale_passotreiese-25   carnevale_passotreiese-26   carnevale_passotreiese-27   carnevale_passotreiese-28   carnevale_passotreiese-29   carnevale_passotreiese-30   carnevale_passotreiese-31   carnevale_passotreiese-32   carnevale_passotreiese-33   carnevale_passotreiese-34   carnevale_passotreiese-35   carnevale_passotreiese-36   carnevale_passotreiese-37   carnevale_passotreiese-38   carnevale_passotreiese-39   carnevale_passotreiese-40   carnevale_passotreiese-41   carnevale_passotreiese-42   carnevale_passotreiese-43   carnevale_passotreiese-44   carnevale_passotreiese-45   carnevale_passotreiese-46   carnevale_passotreiese-47   carnevale_passotreiese-48   carnevale_passotreiese-49   carnevale_passotreiese-50   carnevale_passotreiese-52   carnevale_passotreiese-53   carnevale_passotreiese-54  
  carnevale_passotreiese-56

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =