La Giunta regionale
fa tappa a Civitanova

Spacca: “Il porto, priorità assoluta”

All'incontro si è parlato anche di sanità ed ex Fiera. il Governatore ha ricordato che dal 2009 sono stati erogati oltre 46 milioni di euro per gli ammortizzatori sociali in deroga. Soddisfatto il sindaco Corvatta
- caricamento letture
Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta, e il presidente della Regione, Gian Mario Spacca

Il sindaco di Civitanova, Tommaso Corvatta, e il presidente della Regione, Gian Mario Spacca

GiuntaCivitanova_03_STdi Laura Boccanera

E’ stato un incontro che segna un punto di svolta, una collaborazione ed una sintonia totale fra giunta comunale e regionale per risolvere problemi contingenti, ma anche per una programmazione di lungo periodo”. C’è soddisfazione, da parte del sindaco Corvatta, per l’incontro di stamattina fra i vertici della politica regionale e la giunta di Civitanova. Incontri inseriti nell’ambito di una serie di appuntamenti che il governatore Spacca ha programmato con le amministrazioni cittadine per operare un confronto sui temi più attuali per la città e per spiegare come attingere con progetti innovativi ai fondi europei e contributi legati alla macro area Adriatica. E sul tavolo del dibattito questa mattina diversi sono stati gli argomenti discussi: priorità al porto, sul quale la Regione negli anni precedenti ha investito oltre 5 milioni di euro, ma che sembra essere uno degli obiettivi strategici degli anni a venire vista anche la conclusione della direttrice Civitanova Foligno. Lo sviluppo di un porto turistico è visto come un’opportunità da cogliere dal punto di vista economico, uno sbocco per l’Umbria e un investimento da sviluppare con concretezza con la realizzazione del molo di sopraflutto al fine di realizzare uno scalo attrattivo per le attività di diporto e turistiche di qualità, così come proposto dal sindaco Corvatta.  “Ci siamo soffermati sul ruolo del porto in una prospettiva di servizi per l’intero territorio – ha sottolineato Spacca -. Questo progetto ha una priorità assoluta nell’ambito di una strategia europea che, attraverso la creazione della Macroregione, guarda al mare come risorsa fondamentale e ai porti come principale obiettivo di finanziamento nel contesto dell’interconnettività. Il porto trarrà vantaggi anche dagli interventi di potenziamento infrastrutturale effettuati sul territorio (terza corsia A14 e direttissima Civitanova- Foligno a quattro corsie) che integreranno fortemente l’economia marchigiana con quella umbra e del centro-Italia, considerando il fatto che le prospettive di crescita, oggi, sono a est nei mercati di Asia, India, Emirati Arabi”.

La Giunta regionale nell'aula consiliare di Civitanova

La Giunta regionale nell’aula consiliare di Civitanova

Corvatta, da parte sua, ha espresso particolare soddisfazione per l’impegno della Regione a cooperare nella ricerca di risorse europee per il completamento del porto e per il “nulla osta” della Regione all’utilizzo della struttura del Comune denominata “San Silvestro”, ristrutturata con un contributo regionale di 110mila euro, per soggetti autistici. “Lo stesso spirito collaborativo – ha aggiunto Corvatta – lo abbiamo riscontrato nella richiesta di riutilizzo della Casa studenti e anziani. Nonostante i vincoli, la questione sarà oggetto di approfondimento degli uffici regionali, al fine di trovare una soluzione al problema. Per quanto riguarda invece il recupero di Palazzo Ciccolini c’è la possibilità di inserirlo nel nuovo piano di Edilizia regionale popolare”. Ma si è parlato anche della gestione del demanio marittimo e delle problematiche insite nella Bolkenstein e di sanità. Spacca ha confermato la presenza dell’assessore Almerino Mezzolani e di Piero Ciccarelli, dirigente del Servizio Salute al Consiglio comunale aperto del 5 marzo che parlerà della situazione della Croce Verde. Ma c’è stato spazio anche per discutere, nell’ambito di un programma di riqualificazione urbana anche del futuro dell’ex spazio fieristico: “Abbiamo incontrato alcuni problemi giuridici per la definizione della proprietà di una particella, ma sono aspetti tecnici, c’è la volontà di collaborare su un progetto ambizioso e più vasto – spiega Corvatta – che unisca l’area Ceccotti, la direttrice piazza- fiera ed il porto come aree strategiche della città”. “La Regione ovviamente mette a disposizione il suo patrimonio se apporta dei benefici per la città – ha aggiunto Spacca – quello spazio va usato al meglio per la crescita turistica e per la manifattura leggera del made in Italy”. Il governatore ha poi sottolineato come molte delle risorse a disposizione della Regione siano confluite proprio a Civitanova. La Regione ha erogato in città, dal 2009, 46,3 milioni di euro per il fondo ammortizzatori sociali in deroga, finanziato 4987 progetti formativi, tirocini, voucher e work experience, messo a disposizione 51 milioni di euro per investimenti su progetti di ricerca sviluppo e innovazione tecnologica, 104 milioni per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese. «Si tratta di un’azione massiccia su Civitanova, forse la più importante e significativa» ha commentato Spacca.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X