“Adotta un cane” a Cingoli

L'Amministrazione comunale fornisce per due anni gli alimenti necessari a mantenerlo. L'animale viene consegnato dotato di microchip, vaccinato e sterilizzato
- caricamento letture
Gigio

Gigio

Anche per l’anno 2014, l’Amministrazione Comunale di Cingoli attraverso l’Assessorato all’Ambientein collaborazione con il corpo dei Vigili Urbani di Cingoli e la ditta Pet’s Planet di Ancona, ripropone l’operazione “Adotta un cane”.  “L’iniziativa – spiega  l’assessore  Simone Marchegiani – partita a fine 2010 ha dato ottimi risultati sotto tutti i profili, grazie anche alla preziosa collaborazione dei ragazzi e ragazze volontari del Canile di Moie presso il quale sono custoditi i cani randagi provenienti dal territorio di Cingoli.

Poldo

Poldo

L’idea è nata per incentivare le adozioni dei cani, e per premiare in un certo qual modo quelle persone che mosse da vero amore per gli animali decidono di dare una nuova casa alle povere bestiole, anzichè acquistare cani con pedigreè. L’Amministrazione Comunale di Cingoli infatti a chiunque decida di adottare uno dei suoi cani, fornisce per ben due anni gli alimenti necessari a mantenere il cane che viene consegnato dotato di microchip, vaccinato e sterilizzato. L’adozione avviene dopo un periodo di prova e attenta valutazione da parte dei volontari del canile i quali più di una volta hanno rifiutato di affidare gli animali a coloro che non davano sufficienti garanzie su come sarebbero stati tenuti gli animali una volta usciti dal canile. Per tutti coloro che risiedono in provincia di Ancona, la fornitura di alimenti gratuiti avviene direttamente a domicilio da parte della ditta Pet’s Planet di Ancona, mentre per i residenti in altre province, la fornitura avviene sempre gratuitamente ma occorrerà recarsi presso il comando dei Vigili Urbani di Cingoli per il ritiro. Ovviamente per costoro, onde evitare inutili costi di viaggio, la consegna non sarà mensile, ma gli alimenti verranno consegnati in quantità tale da sostentare l’animale per almeno un paio di mesi. Il servizio offerto da Pet’s Planet, permette inoltre di verificare in questi due anni le effettive condizioni dell’animale adottato”.

Arald

Arald

“Giusto per dare qualche numero, – continua Marchegiani – possiamo dire che prima dell’iniziativa, il comune di Cingoli aveva mediamente in carico circa 30 cani randagi mentre oggi la media dei cani in stallo è di circa 18. Questo ha permesso di ridurre il costo annuale da circa 26 mila euro agli attuali  15 mila consolidati nel 2013. Una iniziativa quindi che ha permesso di ridurre gli animali in stallo, di ridurre i costi conseguenti, in un periodo in cui le casse degli enti pubblici languono, e soprattutto tutto questo è stato ottenuto senza tagli o sacrifici al servizio di tutela e custodia delle povere bestiole. Purtroppo dobbiamo solo rilevare che l’attenzione di chi adotta un cane è rivolta principalmente a cani giovani o cuccioli, pertanto nella struttura di Moie oggi ci sono ancora cani storici, entrati in canile sfortunatamente anni or sono e che rischiano di non vedere mai più la libertà pur essendo super affettuosi e di grande compagnia”.

Chi fosse interessato può consultare la pagina facebook “Adotta un Cane” , o  telefonare  allo 334 3721146 Canile di Moie oppure  0731619178.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X