Iuc, gli amministratori protestano a Roma

I sindaci di Civitanova, Recanati, Monte San Giusto, Montefano, Montecosaro, Morrovalle, Porto Recanati e Porto Potenza protestano contro la nuova imposta. Corvatta: "Ormai siamo solo esattori per conto dello stato"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tommaso Corvatta, sindaco di Civitanova

Tommaso Corvatta, sindaco di Civitanova

Ci saranno anche Tommaso Claudio Corvatta,  Mario Lattanzi, primo cittadino di Monte San Giusto, Stefano Cardinali di Montecosaro, Carlo Carnevali di Montefano, Giuseppe Ripani Montelupone e i colleghi di Morrovalle Porto Recanati, Potenza Picena e Recanati domani a Roma per protestare contro l’introduzione dello Iuc (Imposta Unica Comunale). Corvatta lo aveva anticipato e ha aderito, insieme ad altri comuni dell’Anci, alla proposta di incontrare i vertici del Governo per chiedere un cambio di rotta rispetto alla politica fiscale. L’idea era partita proprio da Civitanova quando Corvatta chiamò a raccolta i sindaci dei comuni insistenti nel medesimo ambito territoriale sociale. “L’introduzione della Iuc accentua ulteriormente la tendenza già in atto da tempo, per cui il ruolo dei sindaci è ridotto a quello di esattori per conto dello Stato e nel contempo si devono fornire risposte di fronte alla cittadinanza”. L’Anci ha manifestato un forte disappunto sulla cosiddetta mini-Imu che va contro l’impegno di superare la tassazione sull’abitazione principale, complicando ulteriormente la vita del contribuente. “Tutto questo a fronte di plurimi messaggi provenienti da esponenti del governo tendenti a rassicurare sulla discesa del prelievo fiscale a carico del cittadino – sottolinea una nota – per cui i sindaci dei comuni di Civitanova Marche, Monte San Giusto, Montecosaro, Montefano, Montelupone, Morrovalle, Porto Recanati, Potenza Picena e Recanati denunciano questa operazione da parte dell’amministrazione centrale, tendente a tranquillizzare l’opinione pubblica promettendo il calo delle imposte, mentre si fa ricadere sulle amministrazioni comunali l’onere di aumentarle, diminuendo contemporaneamente le risorse per i comuni medesimi”. La manifestazione è prevista per domani nella capitale.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X