Corsa alla Spada, Luciano Birocco è il nuovo presidente

CAMERINO - Succede a Sandra Gentile. "Due camerti nei panni di Duca e Duchessa"
- caricamento letture

 

Il nuovo presidente Corsa alla Spada e Palio

di Sara Santacchi

Luciano Birocco è il nuovo presidente del consiglio direttivo della Corsa alla Spada e Palio. Toccherà a lui per il biennio 2013-2014 l’arduo compito di gestire quanto compete l’organizzazione della festa più attesa e amata del territorio camerte e non solo. Avvocato e camerte doc, già tra i componenti del direttivo agli albori della manifestazione medievale, succede a Sandra Gentile, presidente per ben sette anni “un ruolo non semplice – sono le prime parole del nuovo presidente – subentrare a Sandra non è cosa facile visto il grande lavoro e di qualità da lei svolto negli anni. Cercherò comunque di dare una mia impronta a questa manifestazione enormemente cresciuta anno dopo anno”. E la parola d’ordine sembra essere tradizione “Sono un tradizionalista – spiega – e il mio sogno sarebbe di attivare una sorta di macchina del tempo che sappia trascinare tutti nel passato”. Ci sono delle cose che rappresentano il nucleo della festa, che non vanno toccate, come l’Offerta dei Ceri che deve mantenere le stesse componenti immutate”. Nonostante il filo tradizionalista, non è esclusa l’importante novità, o meglio ritorno che potrebbe vedere due Camerti a vestire i panni del duca e la duchessa. “Ogni strada è percorribile – ammette – Avere due volti magari meno noti al pubblico, ma che sanno già cosa significa indossare gli abiti dei duchi Da Varano non è una soluzione da escludere. Ciò non significa che non potremo chiamare due personaggi noti ai quali, però, andrà spiegato il ruolo che dovranno interpretare per fare in modo che tutto possa essere più verosimile possibile”. Già fervono i lavori per l’organizzazione degli eventi correlati. Sono diverse le ipotesi che si stanno valutando, ma tutte assolutamente attinenti al tema della festa “il mio intento è di coinvolgere tutti con iniziative che siano d’impatto, ma anche coerenti con la manifestazione. L’ideale sarebbe mettere insieme le forze di tutti per una dieci giorni che possa rispondere ai gusti di quanti più possibile. Sono aperto anche a collaborare con altre associazioni per eventuali proposte”. L’offerta dei Ceri si svolgerà, come da tradizione, il 17 maggio, giorno che precede la festa del patrono San Venanzio. In dubbio, invece, la data della Corsa alla Spada e del corteo storico dal momento che la domenica “canonica” ovvero il 25 maggio potrebbe essere in concomitanza con le elezioni, il che porterebbe a spostare il tutto al primo giugno “anche questo è un aspetto che stiamo valutando perché tenere aperte le taverne per due settimane richiederebbe uno sforzo davvero eccessivo, quindi cercheremo di trovare una soluzione anche in tal senso”. Ciò che è sicuro è che inizia un nuovo ciclo.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X