Carancini: “Il 2014 sarà il nostro anno
La chiusura dell’inceneritore
vale già un mandato”

MACERATA - L'amministrazione comunale traccia il bilancio del 2013 ("Grande lavoro sui temi ambientali") e rinvia al prossimo anno la realizzazione delle opere più importanti: "Tra poche ore approveremo il progetto esecutivo per le piscine. A gennaio la firma per il ripristino dell'antico orologio. A marzo la Pinacoteca a Palazzo Buonaccorsi". Sulla Mattei-Pieve il sindaco attacca Spacca: "La Regione ha poca considerazione di questo territorio"
- caricamento letture
conf fine anno carancini 00

La conferenza stampa di oggi (clicca sulla foto per vedere il video integrale)

Il camino del Cosmari

Il camino del Cosmari

di Matteo Zallocco

E’ un’Amministrazione comunale più verde (in senso ambientalista) seppur sempre al verde (i rubinetti come in tutti gli altri Comuni sono sempre più chiusi) quella disegnata da Romano Carancini durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, la quarta da quando è sindaco di Macerata. “Il tema che ci ha contraddistinti in questo 2013 è l’ambiente – ha esordito Carancini –  Ho detto che la chiusura dell’inceneritore del Cosmari poteva valere un mandato e ora rivendichiamo l’attività politica che ci ha visti in prima linea assieme al Comune di Pollenza per vincere questa battaglia”. In cima alla lista del 2013 c’è dunque il raggiungimento di un obiettivo che non riguarda esclusivamente la Giunta ma che la vede co-protagonista insieme ad altri attori della provincia. Nel ringraziare l’assessore all’ambiente Valentini (“Ha lavorato con grande competenza seppur troppo in silenzio”) Carancini parla (forse con troppa enfasi) del raggiungimento del 58% della raccolta differenziata (“Quando ci siamo insediati era sotto al 40%”), dell’accordo Smea- Cosmari (“Un nodo difficile da sbrogliare ma che con pazienza è stato sciolto”) e dell’indagine epidiemologica (“Un altro dei tratti essenziali per la qualità della vita”).

conf fine anno carancini (2)NON SEMPRE VERDI – Ma Macerata nel 2013 è anche diventata la città dei supermercati, in particolare con due ambigue operazioni urbanistiche ereditate dalla Giunta Meschini, l’ex Vam di via dei Velini e l’Oasi di via Mattei, a cui va aggiunta l’operazione salvataggio dei Salesiani per far spazio a un palazzo, a un parcheggio e a un supermercato. Eppure questo 2013 ha portato anche alla chiusura della scuola dei Salesiani. “Quello è stato uno schiaffo alla città e alla politica che aveva creduto in buona fede all’operazione di rilancio della scuola e dell’impiantistica sportiva – risponde Carancini – . Di sicuro la nascita di tutti questi supermercati è un’anomalia ma questo è il mercato e ricordiamo che l’operazione Oasi ha consentito di portare a casa un risultato importante, ossia la ristrutturazione e la riapertura della scuola di via Panfilo”.

MATTEI-PIEVE, ATTACCO A SPACCA – A fine gennaio, in piena campagna elettorale per le Politiche, fu firmato un accordo tra Regione, Provincia e Comune per la strada Mattei-Pieve e la bretella di collegamento alla Superstrada con la realizzazione dello svincolo di Campogiano. Perchè è ancora tutto fermo? “Questa è una ferita aperta  – risponde Carancini -. Purtroppo il Governatore Spacca presta poco attenzione a questo territorio e in particolare al Comune di Macerata. Abbiamo chiesto e torneremo a chiedere con forza al presidente della Regione di mantenere gli impegni. Dal Comune sono a disposizione risorse per un milione di euro”.  (Anche se in base all’accordo ne servirebbero tre).

PISCINE – Di annunci sul polo natatorio di Fontescodella in questi anni ne sono stati fatti tanti. “Ma stavolta ci siamo davvero”, è il messaggio che manda Carancini. “Mancano poche ore per fare un annuncio importante,  il pool di imprese ha depositato in Comune il progetto esecutivo che è stato validato integralmente e a brevissimo lo approveremo”. Dunque, tra qualche mese le ruspe dovrebbero entrare in azione e se tutto filerà liscio  i primi tuffi in piscina potranno arrivare a inizio 2016. Ma quando si parla di promesse sulle piscine i maceratesi hanno imparato ad essere prudenti.

Il sindaco Carancini con il nuovo segretario comunale Giovanni Montaccini

Il sindaco Carancini con il nuovo segretario comunale Giovanni Montaccini

SOCIALE –  “Anche quest’anno – ricorda Carancini – abbiamo investito 100mila euro per il fondo anticrisi. Siamo il primo Comune della Regione  per sostegno agli affitti (150mila euro per 500 famiglie maceratesi). E il 2013 è stato anche l’anno del riconoscimento da parte del Cnel come prima città in Italia per accoglienza degli stranieri. Un lavoro che parte da lontano e anche se a qualcuno non piacerà per noi è un grande motivo di orgoglio”.

CULTURA – Questa volta, a sorpresa, Carancini non parla dei successi del Macerata Opera Festival, ma accende i riflettori su Palazzo Buonaccorsi: “Quando siamo arrivati dicevano che tenerlo aperto sarebbe stato impossibile. Oggi dico con grande soddisfazione che abbiamo superato le 15mila visite nel 2013. Palazzo Buonaccorsi è diventato uno dei musei più importanti e più visitati delle Marche e il 21 marzo 2014 la città vivrà un grande evento con l’inaugurazione della Pinacoteca, una scelta culturale importante che abbiamo voluto fare nonostante le difficoltà finanziarie. Per la Pinacoteca sono stati investiti oltre 800 mila euro e sarà uno dei punti che caratterizzerà il nostro mandato. Ricordo con piacere anche la riapertura della Sala Castiglioni e e il recupero di Borgo Ficana che è stato messo a disposizione della città e delle associazioni. Nel corso dell’anno Macerata ha ospitato ben 400 eventi”.

ANTICO OROLOGIO – “A gennaio – anticipa Carancini – firmeremo l’accordo con il professor Alberto Gorla per il progetto di reinserimento dell’antico orologio dei fratelli Ranieri nella Torre civica in piazza della Libertà. Siamo vicini anche a questo obiettivo, i lavori dureranno 15-16 mesi”.

RAMPA ZARA ED EX UPIM  – “Per il parcheggio di Rampa Zara purtroppo il privato che inizialmente si era detto molto interessato ha frenato, anzi ha proprio tirato il freno a mano. Ma per l’utilizzo dei locali dell’ex Upim si può comunque realizzare un discorso a parte. Intanto abbiamo aperto 24 ore su 24 i parcheggi Garibaldi e Sferisterio e puntiamo alla gestione del Park Sì da parte dell’Apm. Uno dei primi lavori che partiranno nel 2014 riguarda i ‘Cancelli ingabbiati’ di piazza Garibaldi, poi penseremo in primo luogo alle manutenzioni per dare risposte dirette alle persone”.

URBANISTICA – “Abbiamo poco da dire sull’urbanistica perchè non c’è un solo metro quadro che riguarda questa Giunta. La Commissione d’indagine richiesta in Consiglio è solo un modo per offuscare il lavoro che si sta facendo per la città. Per quanto riguarda Carelli continuo a credere che debba fare un passo indietro e dimettersi dalla presidenza della Commissione urbanistica”.

conf fine anno carancini (3)LUBE A CIVITANOVA – Sullo sport Carancini evidenzia che “finalmente l’hockey ha ritrovato una casa “e che “è stata trovata una soluzione per gli impianti sportivi alla Robur”. E sulla partenza della Lube? “Per quanto riguarda l’ampliamento del palazzetto noi siamo sempre pronti a discutere sulla base della proposta che avevamo fatto in estate, prima che la Lube decidesse di andare a Civitanova”.

IL MESSAGGIO ON THE ROAD – “In questi anni – ha detto il sindaco – abbiamo imboccato una strada piena di incroci, con molti semafori e qualche pirata. Ma questa strada si sta allargando e aspettiamo un domani pieno di fiducia perchè questa città attraverso una serie di obiettivi che fino ad oggi abbiamo raggiunto, si riconosce sempre più come una città con forte identità, una città sempre più europea. Per il 2014 e anche per il 2015 ci sono le condizioni per potere avere fiducia. La Giunta, la struttura tecnica e ora anche la maggioranza sono molto serene e molto determinate. Citando Dalla ‘ora vediamo la luce’. ”

Insomma, per vedere qualcosa di più bisognerà aspettare un altro anno. Prima delle elezioni comunali del 2015.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X