Ristorante e disco club:
Donoma apre a Civitanova

INTRATTENIMENTO - Il nuovo locale, che si estende su 1.400 metri quadri, sarà ospitato in via Mazzini, negli spazi dell'ex cinema Adriatico ed ex Taboo. Domani (giovedì) l'inaugurazione (invitato anche Diego Della Valle), venerdì la prima serata
- caricamento letture

donoma

di Laura Boccanera

Un po’ moderno Moulin Rouge un po’ brasserie. Questa la formula che propone la nuovissima scommessa firmata Ascani, la dinastia del divertimento che dopo il successo estivo dello Shada continua ad investire su Civitanova con il nuovo progetto del Donoma, che apre ufficialmente i battenti giovedì sera per l’inaugurazione tecnica su invito riservata ad autorità e amici imprenditori del territorio, tra cui sono attesi Cesare Paciotti, Germano Ercoli, Gianni Barbato, Giovanni Faggiolati, Sandro Paniccia. Invitato anche Diego Della Valle che forse potrebbe essere tra i tanti a salutare il nuovo club e ristorante che andrà ad occupare i locali, in via Mazzini, dell’ex cinema Adriatico e dell’ex Taboo adiacente. Oltre 1400 metri quadrati che sono stati allestiti per creare due ambienti suggestivi, separati ma comunicanti: il ristorante aperto a pranzo e a cena e il club discoteca dove da venerdì si affacceranno personaggi e artisti nazionali e internazionali.

aldo ascani

Aldo Ascani

Curioso ed esotico il nome che si ispira ad un nome femminile degli indiani d’America, per la precisione gli Omaha, un popolo Sioux, che vuol dire “davanti al sole”. Il risultato a cui ha lavorato Marco Lucchi, uno degli architetti più eclettici del settore e stretto collaboratore degli Ascani è sobrio ed elegante, un personalissimo abito su misura per il gruppo di gestione Giorgio e Stefano Longhi, Diana Zamfir e la famiglia Ascani. Si propone con un’area club in piena tipologia disco-teatro dove è stato realizzato un parterre volutamente a gradoni, che permette delle sedute in assoluta protezione dal passaggio laterale di chi è in piedi. Una sorta di anfiteatro rivolto verso il palco principale, vero fulcro della struttura. Primo acquisto, artisticamente importante, è il venerdì di “Love is in the Air” “un format che avevo già studiato per altri locali e che è stato declinato anche allo Shada con la formula “Legati ad un granello di sabbia” – dice Aldo Ascani –  E’ una cena spettacolo in cui verranno rilette le note più emozionanti degli ultimi 50 anni, per poi passare ad un vero show di fine cena che verrà affidato mensilmente ad una programmazione che vedrà alternarsi un Italian Idol (il 20 dicembre arriva Riccardo Fogli), ad una band italiana “stile love is in the air”, ad un mattatore (Alberto Laurenti e Matteo Borghi sono già stati optati) e ad un appuntamento a sorpresa dal mondo dell’umorismo. Il resto però dovete scoprirlo da soli”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X