Basket, la Nuova Simonelli aggancia la vetta

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

La Nuova Simonelli infligge la seconda sconfitta alla Janus Fabriano e l’aggancia in vetta, al termine di una gara condotta sempre in vantaggio, anche con margini di 22 punti. Partenza a razzo degli uomini di coach Cecchini, molto più determinati e concentrati (8-2 al 3’), con Bizzarri incontenibile e gli esterni a tenere alto ritmo e difesa: Lancioni e Pelliccioni, con un repentino uno-due costringono coach Lupacchini al primo time out già al 4’. Ancora Bizzarri, poi doppio canestro ospite con Meier e Carnevali, che fissa il 14-8, con conseguente richiesta di sospensione da parte del coach locale al 9’. Dopo due tiri liberi di Pellacchia, la bomba di Paggi sigilla il finale di quarto (17-10). Il secondo periodo si apre subito col secondo fallo di Servadio, sostituito da Nobili, poi Sagripanti trova una bomba fortunosa per il +10. Anche capitan Pelliccioni e Nobili commettono il secondo fallo, ma Tolentino non abbassa l’intensità e al 16’ il punteggio è di 27-14, dopo il canestro di Servadio su assist di Francesconi. Fabriano in questa fase segna solo dalla lunetta e riesce faticosamente a rimanere in scia, mentre i locali trovano il canestro con regolarità: prima Lancioni, poi Rossi, infine Servadio, scavano il primo break della gara che porta al 35-20 di metà gara. Al rientro in campo, l’inerzia della partita si mantiene ancora favorevole alla Nuova Simonelli, che allunga ulteriormente con Servadio e Paggi (39-22). Coach Lupacchini prova a interrompere il momento positivo dei locali con un time out, ma ancora Paggi, immarcabile, piazza il tiro in sospensione che vale il massimo vantaggio +19 (41-22). Botta e risposta tra i lunghi Servadio e Venturi, poi una palla rubata con contropiede di Pellacchia induce Cecchini a richiamare i suoi a raccolta. Al 33’ Carnevali accorcia le distanze con una bomba, ma risponde subito Rossi, che poi piazza il canestro di chiusura del terzo quarto (49-34). L’ultimo periodo si apre con un botta e risposta tra Bugionovo e Rossi, poi un fallo antisportivo sanzionato a Romagnoli porta Pelliccioni in lunetta (53-36). Nizi lotta sotto le plance, ma Bizzarri gli risponde, su assist di Rossi, poi la bomba di Paggi al 35’ sancisce il ventello (58-38). Coach Cecchini continua a spronare i suoi a mantenere alta la concentrazione e a considerare la differenza canestri. Servadio da 6 metri, poi Pelliccioni e Carnevali, quindi Bugionovo con canestro e tiro libero aggiuntivo (62-46). La partita si trascina verso il già certo epilogo, quando un sussulto finale scuote giocatori e spettatori sull’ultima azione: sulla sirena fallo sul tiro da 3 di Bugionovo da parte di Lancioni, che per proteste si becca un tecnico, peraltro reclamato a viva voce dalla panchina ospite; Fabriano si trova, così, su un piatto d’argento la possibilità in extremis di accorciare il divario. Dalla lunetta Bugionovo fa 4/5 e fissa il punteggio definitivo sul 63-50, score che non rispecchia pienamente l’andamento della gara, ma che lascia un po’ di amaro in bocca al folto pubblico tolentinate.

il tabellino:

TOLENTINO: Sagripanti 3, Rossi 10, Servadio 13, Francesconi 1, Pelliccioni 8, Paggi 12, Lancioni 8, Bizzarri 8, Nobili, n.e. Capponi, Samardzic, Porfiri. All. Cecchini.

FABRIANO: Pellacchia 10, Carnevali 10, Bugionovo 10, Silvi 4, Nizi 4, Romagnoli 8, Meier 2, Venturi 2, Piermartiri, n.e. Loretelli, Pasquini. All. Lupacchini.

Parziali: 17-10, 18-10, 14-14, 14-16.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X