Coppa Italia d’Eccellenza:
il Tolentino si gioca la fase nazionale

CALCIO - Domani (4 dicembre, calcio d'inizio ore 18.30) la semifinale regionale della manifestazione contro il Castelfidardo dei tanti ex. Il vicepresidente Marco Romagnoli: "La partita sarà la madre di tutte le battaglie"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il Tolentino è chiamato a una grande prestazione in Coppa

Il Tolentino è chiamato a una grande prestazione in Coppa

di Marco Cencioni

E’ una partita che può valere l’intera stagione quella che andrà in scena domani pomeriggio al “Della Vittoria” (inizio ore 18,30) fra Tolentino e Castelfidardo. L’incontro è l’ultimo in programma nel triangolare di semifinale valevole per la fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza. Le due compagini hanno già battuto la terza squadra, la Forsempronese, ma con uno scarto diverso. I crèmisi si sono imposti per una rete a zero, i biancoverdi per 4 a 2. E’ quindi chiaro che solo in caso di vittoria si spalancherebbero le porte della finale regionale per gli uomini di Clementi, mentre con ogni altro risultato sarebbero quelli di Mobili a festeggiare. Il match, dunque, mette in palio non solo il biglietto per la sfida che decreterebbe la rappresentante marchigiana nella fase nazionale della manifestazione (in palio un posto in serie D), ma anche la possibilità per i crèmisi di prendersi la rivincita dopo la sconfitta patita in campionato in quel di Castelfidardo. Di questo e di tutti gli aspetti inerenti alla contesa di domani, abbiamo parlato con il vice presidente del Tolentino, Marco Romagnoli.

Marco Romagnoli, vicepresidente del Tolentino

Marco Romagnoli, vicepresidente del Tolentino

Romagnoli, come si è preparata la squadra a questo confronto?
«I ragazzi sono carichi a punto giusto. In questi casi si può eccedere e trasformare la tensione da un fattore positivo ed utile in qualcosa di negativo. Su questo sono tranquillo perché mister Clementi sa curare anche l’aspetto psicologico del gruppo. Gruppo del quale fanno parte ragazzi eccezionali. Colgo l’occasione di questo spazio pubblico per ringraziarne uno su tutti, Federico Ruggeri. La mia stima verso di lui anche come persona è infinita. Gli rivolgo questo saluto particolare perché essendo uno di quelli che lavora sempre per la causa, a volte subisce il torto per cui tutto quello che di grandioso fa passa come un atto dovuto e di routine».

Sarà anche il match che vi vede affrontare il vostro recentissimo passato, vista la presenza nella squadra avversaria di tanti ex crèmisi…
«Chiariamo subito una cosa. Non abbiamo nessun risentimento o necessità di rivalsa nei confronti di nessuno. Hanno tutti indossato la nostra casacca onorandola, penso tra gli altri al mister, al “guerriero” Fermani ed a Ortolani. Lo stimolo semmai ci deriva proprio dal fatto che conoscendo le loro qualità sappiamo che lo scontro sarà impari e che per batterli, unico risultato a noi utile, bisognerà disputare un match perfetto. Conosco quanto sia meticoloso Mobili nel preparare partite come queste. Solo con tanto cuore e con il massiccio sostegno della nostra gente possiamo tentare di farcela. “Proviamoci” è la parola d’ordine».

Roberto Mobili, ex allenatore del Tolentino

Roberto Mobili, ex allenatore del Tolentino

Mi pare di capire che per voi conta davvero molto questa sorta di semifinale…
«E’ inutile girarci intorno e tentar di far finta di nulla. Quella di domani, per noi ed in questo scorcio di stagione almeno, sarà la “madre” di tutte le battaglie. Affrontiamo uno squadrone armato di tutto punto per tentare il salto in serie D e, soprattutto, siamo ancora in lizza per poter vincere la Coppa Italia. Il tutto contro ogni pronostico e più rosea nostra aspettativa. Se i nostri ragazzi dovranno giocarsela con il massimo impegno è anche vero che dovranno  essere tranquilli: siamo felici di quel che hanno fatto. Mai avremmo pensato di poter giocare una gara con tanta e tale posta in palio dopo solo quattro mesi dalla resurrezione calcistica. Questo è tutto merito della truppa di Clementi, vedo nella finale di coppa più un riconoscimento per loro e per i tifosi che per noi.  Lotteremo sino alla morte, come cantano i nostri ultras, ma alla fine comunque andrà per noi sarà festa».
Festa che proseguirà dopo la partita, visto che il Tolentino, proprio in occasione della gara, presenta l’iniziativa Coppa&Briciola. Tutti i tifosi che si presenteranno alla pizzeria “La Briciola” con il biglietto della partita, potranno cenare insieme ai ragazzi della squadra e soprattutto verrà offerto loro uno sconto del 25% sulla cena, esclusi i piatti di carne.
Dall’altra parte della barricata, quindi, ci saranno i tantissimi ex (Ortolani, Fermani, Cantarini, Panti, Ciccioli e Dell’Aquila), guidati da Roberto Mobili, tecnico che ritorna per la prima volta a Tolentino da avversario.
«
Mi fa molto piacere tornare a Tolentino dopo aver trascorso anni importanti e molto belli – dice il mister potentino – Mi farà un certo effetto guardare la “Pallorito” da avversario, ma lo sport ti mette di fronte anche a prove di questo tipo e, dopo aver salutato tutti quelli che mi sono stati vicini in quegli anni, ci sarà il fischio di inizio e si gioca l’accesso alla finale. Il Tolentino sta bene, lo dicono i risultati, noi veniamo da una sconfitta immeritata e non possiamo sbagliare. E’una gara secca, un match da dentro o fuori, ci teniamo a passare il turno e faremo di tutto per centrare questo risultato».

Arbitrerà la partita il signor Matteo Piersimoni della sezione di Ascoli Piceno. I suoi assistenti saranno Roberto Trini e Tiziano Cecchini entrambi della sezione di Ascoli Piceno.

Probabile formazione Tolentino (4-3-1-2): Carnevali; Fede, Ciotti, Bergamini, F. Ruggeri; Frinconi, Mercuri, Nicolosi; Kakuli; Cinotti, Bernabei. A disp.: Brandi, Ciavaroli, Borgiani, Romagnoli, Gobbi, Iori, Mandorlini. All.: Clementi.

Probabile formazione Castelfidardo (4-2-3-1): Cantarini; Belelli, Ortolani, Marconi, Pretini; Fermani, Carboni; Tassi, Simoncelli, Sbarbati; Dell’Aquila. A disp.: Butteri, Panti, Ciccioli, Pucci, Riste, Taddei, Machì. All.:Mobili

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X