Un monumento per i donatori di organi

TOLENTINO - Foto del giorno
- caricamento letture
Il monumento Aido di Tolentino

Il monumento Aido di Tolentino

di Marco Cencioni

E’ stato inaugurato questa mattina  – nella zona ex fornace Massi, in via Arnaldo Lucentini a Tolentino – il monumento “Tra-pianti e sorrisi”,  realizzato dall’artista Nazareno Rocchetti in memoria dei donatori di organi in occasione dei 40 anni di attività del Aido nazionale. «Ringrazio tutte le autorità, civili e militari, intervenute in questa occasione, volta a migliorare la nostra società in momento così importante e difficile – ha detto il sindaco Giuseppe Pezzanesi – inagurare questa bellissima opera, in cui lo scultore ha messo una parte del suo cuore nel’esprimere questa immagine dedicata all’Aido, è motivo di grande orgoglio, ma colgo l’occasione per rivolgermi soprattutto ai tanti ragazzi delle scuole che sono intervenuti numerosi e che rappresentano il nostro futuro. Il mio augurio è che questa inaugurazione vi serva per capire quanto è importante donare qualcosa di sè stessi per far vivere qualcuno che ne ha bisogno.
«Quest’anno ricorre il quarantennenale del Aido nazionale e crediamo di averlo celebrato degnamente – afferma la presidente del gruppo tolentinate Loredana Piermattei – un monumento in memoria dei donatori di organi di Tolentino era un atto dovuto nei confronti dei familiari che hanno compiuto un gesto di profondo senso civico, generosità e amore verso il prossimo. Per la realizzazione ringraziamo l’amministrazione comunale che ha appoggiato da subito questa iniziativa, la ditta Craglia Marmi che nulla ha voluto per il pagamento dell’opera ed infine, ma principalmente, ringraziamo l’artista Nazzareno Rocchetti che immediatamente e con entusiasmo ha aderito al nostro input, senza chiedere nulla, realizzando un’opera artistica di immenso valore. Il simbolismo colto dall’autore, rappresenta perfettamente ciò che l’ Aido di Tolentino voleva trasmettere: la sofferenza prontamente supportata da solidarietà e fraternità, mani che sostegnono e da cui nasce una nuova vita». «Un’artista non deve mai parlare della sua opera, quindi preferisco parlare dell’amore, in momento come questo è la cosa più necessaria per la società – dice l’autore della scultura Nazareno Rocchetti – Una vita senza amore è come una macchina senza benzina, non va da nessuna parte. L’amore è vita, è sperenza e dove c’e amore non scenderà mai il buio: buon amore a tutti».

aido tolentino monumento2

aido tolentino monumento3

aido tolentino monumento4

aido tolentino monumento5

aido tolentino monumento6



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X