Genitori 1 e 2 alla Don Bosco
La Lega: Non è stato un inutile vespaio

TOLENTINO - Il partito, che aveva sollevato la questione, rinnova la piena fiducia agli istituti scolastici cittadini
- caricamento letture
Il sito on line dell'istituto scolastico

Il sito on line dell’istituto scolastico

Sembra essere arrivata al rush finale  la querelle suscitata dalla sostituzione delle diciture “padre e madre” con genitore 1 e 2  nelle comunicazioni dell’istituto “Don Bosco” di Tolentino agli studenti (leggi l’articolo). Il vicepreside Giancarlo Brachetti, in una nota, ha spiegato ieri che la comparsa delle due diciture dipende da un fatto tecnico (leggi l’articolo). A mettere il punto sembra essere oggi la Lega Nord di Tolentino che aveva sollevato la questione.
«Abbiamo incontrato ieri il vice­dirigente Giancarlo Brachetti che dopo essersi incontrato con la giunta riunita ha chiarito ieri il malinteso cui ha dato luogo la sua comunicazione alle famiglie degli studenti dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco”, riguardante il ‘Registro online’. Ci auguriamo che, come assicurato dal professore, tale incresciosa situazione non abbia a ripetersi in futuro, intanto ribadiamo che la critica sollevata non riguardava la persona o la vita privata del vice­dirigente bensì il suo quantomeno incauto comportamento. I valori nei quali crediamo e che difendiamo infatti – a nome di tante famiglie e singoli cittadini che ci sostengono ed appoggiano – ci portano ad avere il massimo rispetto per ogni persona: stigmatizziamo l’errore non chi lo commette. Certi di non aver suscitato un “inutile vespaio”, come accusati da qualcuno, ma di aver tenuto fede ai principi ispiratori del Movimento e della nostra società, rinnoviamo la nostra fiducia ed il nostro appoggio alle Istituzioni Scolastiche tolentinati, affinchè possano sempre meglio trasmettere alle nuove generazioni i valori e le tradizioni che hanno reso grande la nostra terra».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X