Al Castelfidardo basta il guizzo di Tassi
per mandare ko il Portorecanati

ECCELLENZA - La formazione arancione nella ripresa ha sfiorato più volte il gol del possibile pareggio ma il bottino pieno lo portano a casa gli uomini di Mobili
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'allenatore del Castelfidardo Roberto Mobili

L’allenatore del Castelfidardo Roberto Mobili

di Gianluca Guastaferro

Il Castelfidardo espugna il “Monaldi” e si conferma come la vera antagonista della Sambenedettese. Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni i ragazzi di Mobili con un buon primo tempo hanno avuto ragione del Portorecanati cui non è bastata l’ottima ripresa per riequilibrare un risultato nonostante le numerose occasioni da gol. Primi minuti di marca arancione che al 3’ hanno la possibilità di passare in vantaggio. Azione prolungata di Garcia che apre sulla sinistra per Emanuele Gasparini che entra in area, appoggio dietro per l’accorrente Garcia che a pochi metri dalla porta cicca clamorosamente la palla consentendo alla difesa bianco verde di liberare. Riprende dal limite dell’area Giovagnoli il cui tiro sfiora il palo alla sinistra di Cantarini. A questo punto gli ospiti mostrano tutta la qualità in loro possesso mettendo in difficoltà la retroguardia arancione e passano in vantaggio al 13’. Ripartenza di Fermani che lancia Dell’Aquila, sponda sulla sinistra per Tassi che brucia sullo scatto Davide Gasparini e batte in uscita Palmieri. Il Portorecanati tenta di reagire ma il Castelfidardo, disposto a uomo con un giocatore sempre a ridosso della palla, chiude bene gli spazi e sfiora il raddoppio al 38’. Belelli apre sulla sinistra per Sbarbati che entrato in area supera due avversari compreso il portiere ma il tiro finale viene salvato sulla linea da Davide Gasparini che si fa perdonare l’errore sul gol. Nella ripresa mr. Possanzini inserisce il portiere Fatone e Pandolfi, tenuto prudenzialmente in panchina per le non perfette condizioni fisiche, per Palmieri e Marcelletti allo scopo di favorire una maggiore pressione offensiva. Un minuto dopo il Castelfidardo perde Carboni, espulso per doppio ammonizione, e mister Mobili arretra completamente il baricentro con un modulo difensivo di roccana memoria affidandosi solo a lanci lunghi alla viva il parroco. Il Portorecanati prende coraggio e al 16’ Emanuele Gasparini in area sfiora il palo a portiere battuto,. Al 19’ invitante cross di Cento dalla destra senza che nessuno degli attaccanti riesca a intervenire. Si vede il Castelfidardo al 17’ con Simoncelli il cui tiro dal limite viene parato in due tempi da Fatone. Altro cross dalla destra di Cento un minuto più tardi. Caporaletti si libera bene del suo avversario ma il tiro finale è potente ma centrale e viene parato da Cantarini. Al 29’ Pericolo, entrato al posto del generosissimo Leonardi, si libera bene ma Cantarini è bravo a salvare la sua porta. Alla mezz’ora è sempre l’avanti arancione che in area dopo uno scambio con Emanuele Gasparini tira a colpo sicuro ma la sua conclusione sfiora il montante basso sinistro con Cantarini battuto. Il Castelfidardo si difende con le unghie e con i denti ma il Portorecanati è sempre lì. Al 44’ topica macroscopica del direttore di gara che non vede in area una doppia trattenuta su Cento, la cui maglietta arriva praticamente a terra, e su Pandolfi, che non riesce a colpire di testa davanti al portiere. Può festeggiare così il Castelfidardo che ha confermato tutta la qualità del suo organico con un gioco poco divertente ma, vista la posizione di classifica, senz’altro efficace.

il tabellino:

Portorecanati: Palmieri (50’ Fatone), Cento, Gasparini D., Palazzetti., Strano, Giovagnoli; Caporaletti, Marcelletti (50’ Pandolfi), Leonardi (67’ Pericolo), Gasparini Emanuele, Garcia. A disposizione: Fatone, Mandolini, Rombini, Santoni E., Papa. Allenatore: Possanzini.

Castelfidardo: Cantarini, Belelli Machì, Fermani, Ortolani, Marconi; Tassi, Carboni, Simoncelli (82’ Pucci), Dell’Aquila, Sbarbati (70’ Ciccioli). A disposizione: Butteri, Taddei, Panti, Scoppa, Doda. Allenatore: Mobili.

Arbitro: Sig. Pistarelli di Fermo (Ass. Lorena Bejko di Jesi – Tidei di Fermo).

Reti: 13’ Tassi.

Ammoniti: Gasparini Davide, Strano, Gasparini Emanuele. Espulso: 11’ Carboni per doppia ammonizione. Angoli 4-1. Recupero 0 + 5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X