Recchi salva il Trodica
Per la Samb solo un pari

ECCELLENZA - Sul neutro di Villa San Filippo finisce 1-1 l'attesa sfida tra la formazione di Morreale e la truppa rivierasca
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
La formazione del Trodica al completo

La formazione del Trodica al completo

di Luigi Labombarda

Al Comunale di Villa San Filippo il Trodica ferma la corsa della capolista Sambenedettese, bloccando il risultato sull’1-1. E’ il terzo pareggio di fila con lo stesso risultato per i biancocelesti ma questo è sicuramente un risultato di prestigio, contro una Samb che finora aveva pareggiato solo con la Folgore Falerone e aveva vinto tutte le altre gare. Il Trodica ringrazia Ivan Bartolucci, il capitano autore della rete che ha spaventato i rossoblu, e Alessio Recchi che dopo aver subìto il gran gol di Padovani ha eretto un muro nella ripresa impedendo a Tozzi Borsoi e compagni di andare via col bottino pieno. Forse un piccolo rammarico per il Trodica è non aver trovato subito il raddoppio, contro una retroguardia avversaria non irresistibile, che avrebbe permesso alla squadra di Morreale di gestire meglio la gara. La cronaca: I padroni di casa si schierano con un 4-4-1-1 con Lucesoli in appoggio a Bartolucci; consueto 4-3-3 invece per mister Mosconi dove a centrocampo trovano spazio Fedeli (in panchina va Baldinini) e De Rosa al posto dello squalificato Zebi. Il primo brivido è al 3’ quando una incomprensione tra Montanari e Recchi innesca Tozzi Borsoi, che prova un debole pallonetto ma Recchi recupera la posizione e blocca in due tempi. Al 6’ il primo tiro del Trodica è di Cento, sugli sviluppi di un corner, che manda la palla di molto alta. Al 18’ Meschini ruba palla in mediana a De Rosa e serve Ramadori che chiama in causa Zuccheri con un tiro da lontano; subito dopo Padovani comincia a prendere le misure e spara alto. Al 29’ il gol che sblocca il risultato: lancio lungo da trequarti campo di Ramadori verso l’area di rigore dove Bartolucci svetta di testa tra Borghetti e Seye e, complice l’uscita tardiva di Zuccheri, spizza quel tanto che basta per beffare il portiere e depositare in rete. Al 35’ occasione di raddoppio del Trodica con Ramadori che fa tutto da solo, con una serie di dribbling si accentra ed esplode da lontano un gran sinistro a cui si oppone Zuccheri. La Samb alza il baricentro, si riversa in avanti ed in una fase di forcing trova il pari: è il 42’ e Amaranti effettua un cross da sinistra, volée di Padovani di sinistro con palla che rimbalza sul palo interno e si spegne in fondo al sacco.

La ripresa si apre con una doppia occasione da rete per la Samb, prima Fedeli ci prova con un rasoterra insidioso ma Recchi è eccezionale nel bloccare la palla all’angolino basso, poi è Tozzi Borsoi che ci prova con un destro che l’estremo trodicense blocca centralmente. Al 57’ altra conclusione dalla distanza per la Samb, questa volta è Traini che chiama Recchi all’intervento, con palla alzata sopra la traversa. E’ un assedio quello degli ospiti: a metà ripresa ci provano in rapida successione Padovani, il neo entrato Galli e Tozzi Borsoi ma Recchi si erge a baluardo insuperabile: in particolare la girata del centravanti rossoblu al 68’ da breve distanza trova la respinta di Recchi, con palla che si stampa sul palo e termina in corner. Il Trodica cerca di ripartire in velocità sugli esterni, in particolare a destra con Tartabini, ma non riesce a creare grossi pericoli per Zuccheri sebbene abbia spesso vacillato la linea difensiva rossoblu (Seye Mame quasi sempre in difficoltà su Bartolucci). All’84’ prende l’iniziativa anche l’esterno Viti con un altro tentativo da lontano, ben costruito con dribbling a saltare un paio di avversari e sinistro che termina sul fondo. L’ultimo brivido è al 91’: corner di Amaranti, nel cuore dell’area Tozzi Borsoi schiacchia di testa ma Recchi ci mette ancora una volta le sue manone per salvare il risultato. Si chiude con la festa dei tifosi del Trodica che ringraziano i propri beniamini per quella che resta comunque un’impresa e saluta la nutrita rappresentanza ospite, rinsaldando l’amicizia tra tifoserie nata quasi vent’anni fa.

I commenti:

Renzo Morreale, allenatore del Trodica: “Ci abbiamo messo tanto cuore ma anche le nostre qualità per opporci alla Sambenedettese che è davvero fortissima. Sapevano che ci avrebbero messo in difficoltà soprattutto sugli esterni, tanto che lasciavamo inevitabilmente loro spazio per vie centrali, ma siamo stati bravi a resistere grazie anche a Recchi da vero numero 1. E’ stata una grande giornata di sport, sono orgoglioso di questo risultato.”

Arcipreti (ds Samb): “C’è un po’ di rammarico per questo risultato, soprattutto per un secondo tempo giocato a senso unico avremmo meritato i tre punti. Siamo stati condizionati probabilmente dal campo pesante ma dovremmo abituarci ad affrontare questo tipo di gare. Onore al Trodica e al suo portiere, non possiamo sempre vincere e ci prendiamo questo punto anche se con l’amaro in bocca.”

Il tabellino:

Trodica: Recchi 7,5, Castracani 6,5, Iommi 6, Meschini 6, Cento 6, Monteneri 6,5, Tartabini 6,5, Ciucci 6,5, Bartolucci 7 (dal 90’ Polinesi sv), Lucesoli 6 (dal 71’ Petruzzelli sv), Ramadori 6 (dal 56’ Aquino 6). A disp. Bonifazi, Vallorani, Panico, Fabrizi. Allenatore: Morreale.

Sambenedettese: Zuccheri 5,5, Viti 6, Amaranti 6, Traini 6,5, Borghetti 6, Seye 5, Padovani 7, De Rosa 6 (dal 58’ Galli 6), Tozzi Borsoi 7,5, Piccioni 6,5 (dal 77’ Demi sv), Fedeli 6 (dal 58’ Baldinini 6). A disp. Ciccarelli, Fiore, Gorini, Tartabini. Allenatore: Mosconi.

Arbitro: Catani di Fermo (assistenti Bregoli di Fermo e Lorena Bejko di Jesi).

Reti: 29’ Bartolucci (T), 42’ Padovani (S).

Note: spettatori 750 circa. Angoli 1-3. Ammoniti Tozzi Borsoi e Piccioni (Sambenedettese). Recuperi 1’ p.t. – 3’ s.t.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X