Aria di derby al Martini
Corridonia vuole raggiungere il Tolentino

ECCELLENZA - I cremisi precedono gli avversari di tre lunghezze in classifica. I padroni di casa ritrovano l'attaccante Minella, tra gli ospiti Mandorlini e bernabei in lizza per una maglia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il Corridonia vuole fare lo sgambetto al Tolentino

Il Corridonia vuole fare lo sgambetto al Tolentino

di Marco Cencioni

Dopo l’antipasto nel primo girone di Coppa Italia, ritorna il derby fra Corridonia e Tolentino. Il match di domani al “Martini” (inizio ore 14,30) è già uno scontro decisivo, se non altro perché mette in palio punti davvero importanti non tanto per la classifica, quanto per il morale delle due formazioni, impegnate alla ricerca del rispettivo ruolo nell’economia di un campionato molto equilibrato, soprattutto nella zona centrale della classifica. Sono solo tre, infatti, le lunghezze che dividono le due contendenti, partite con obiettivi diversi e vogliose di trovare quanto prima la loro precisa identità. Il Corridonia – falcidiato in questo inizio di stagione da infortuni (soprattutto nel reparto arretrato) e vere e proprie mazzate dal punto di vista disciplinare – cerca un’affermazione di prestigio per dare un calcio alla sfortuna e incamerare punti preziosi nella lotta per la salvezza. Il Tolentino – alla quinta partita in 18 giorni, terza trasferta consecutiva – ha bisogno di ritrovare il successo esterno (che manca dalla seconda giornata) per non rimanere attardato nella corsa per un posto nella griglia playoff. A condire abbondantemente il piatto di motivazioni sul tavolo verde della sfida, ci sarà la voglia di portare a casa una vittoria nel derby che, campanilismi a parte, rappresenta un’iniezione di fiducia capace di indirizzare il futuro della stagione verso una salita meno ripida e più pedalabile. Infine, l’aspetto che, da sempre, rende imperdibile il match è anche la certezza di vedere tanti gol. Son undici i precedenti più recenti fra le due formazioni e sono state realizzate la bellezza di 52 reti, media che sfiora i cinque gol a partita, dato che garantisce sicurezza sulla qualità dello spettacolo che andrà in scena domani. Per completare il quadro delle statistiche, dal 2010 ad oggi, il Tolentino ha fatto suoi 8 incontri su 11, 2 le vittorie dei rossoverdi (che non si impongono dall’aprile del 2011), e solo uno (terminato con un pirotecnico  4 a 4) il pareggio fra le due compagini.

Venendo all’attualità della vigilia, soprattutto per quanto riguarda le probabili formazioni, è certo che le due squadre dovranno fare a meno di pedine importanti. I padroni di casa ritrovano dopo la squalifica l’attaccante Minella, ma devono rinunciare agli espulsi nell’ultimo turno, Pierluigi e Marcatili, oltre all’ex Silvestri che sconterà domani l’ultima giornata di stop disciplinare. Il tecnico Emiliano Da Col spera almeno di recuperare Petti (dopo lo strappo muscolare che lo ha tenuto fuori per un mese) e capitan Baleani (out dopo il match contro il Castelfidardo per una distorsione alla caviglia), altrimenti dovrebbe letteralmente inventare il reparto difensivo, ricorrendo per l’ennesima volta allo spostamento di un altro ex, Marani, nell’inedito ruolo di difensore centrale. Per il resto, se i due difensori saranno a disposizione, sembra che il mister rossoverde possa affidarsi ad un 4-3-1-2, compatto e molto solido centralmente. Per quanto riguarda i crèmisi, sicuro assente Mercuri (alle prese con la tallonite). Iori dovrebbe rimanere a casa per smaltire i postumi influenzali, potrebbe recuperare in extremis l’under Fede mentre Minopoli, affaticato, dovrebbe ancora stringere i denti ed essere della partita. Clementi, trainer del Tolentino, potrebbe premiare la buona prova di Bergamini ad Urbania, confermandolo in mezzo al reparto arretrato. Così facendo, Nicolosi rimarrebbe terzino a sinistra, con il rientrante Ruggeri (scontata la squalifica) che avanzerebbe sullo stesso binario a centrocampo. Solito ballottaggio in avanti, accanto a Cinotti, fra Mandorlini e Bernabei. “E’sempre una sfida molto sentita, ovviamente ci teniamo a far bene più delle altre gare perché è un derby e una vittoria significherebbe tanto sotto il profilo del morale – afferma l’allenatore del Corridonia Da Col – Certo, ci arriviamo con le solite assenze, dal match con il Trodica in poi è ormai diventata una consuetudine avere dai 4 ai 6 indisponibili per partita, ma ci siamo sempre difesi bene, senza fare vittimismi, perché il nostro carattere è quello di affrontare sempre le difficoltà senza alcun tipo di timore. Sappiamo di affrontare un’ottima squadra, che gioca un calcio avvolgente, interpretato da giocatori di categoria nei ruoli chiave – commenta il mister rossoverde – Noi, nonostante le assenze, cercheremo di creare loro problemi, di metterli in difficoltà. Vogliamo fare risultato perché la nostra voglia di vincere è troppo forte, l’abbiamo sempre dimostrata in ogni partita e daremo il massimo per portare a casa punti importanti“. “Siamo molto soddisfatti della reazione che abbiamo messo in campo ad Urbania, anche in rapporto alle assenze e agli infortuni – dice Roberto Chiavari, direttore generale dei crèmisi – Venivamo dalla sconfitta a Grottammare ed abbiamo dimostrato di saperci esprimere anche quanto conta di più l’aspetto agonistico che il livello tecnico, pur non snaturando la nostra identità. Il progetto che sta sviluppando il nostro allenatore è davvero buono, ora dobbiamo dare seguito a questo risultato cercando di vincere il derby, per trovare punti importanti per la nostra classifica. Affronteremo un avversario determinato quanto noi nel voler vincere la sfida. Siamo consapevoli, però, della bontà del lavoro svolto sinora e del fatto che la generosità, l’impegno e lo spirito di sacrificio non ci mancano. Dobbiamo stringere ancora i denti – conclude Chiavari – e dare in campo tutto quello che abbiamo per portare a casa la vittoria”. Arbitrerà la partita il signor Mattia Biagini della sezione di Pesaro. I suoi assistenti saranno Andrea Leopizzi di Ancona e Mario Mazza di Fermo.

Probabile formazione Corridonia (4-3-1-2): Mosciatti; Petti, Baleani, Maurizi, Taglioni; Zancocchia, Ciurlia, Cartechini; Marani; Francioni, Minella. A disp.: Caruso, Siroti, Fusari, Di Giosafatte, Verdecchia, Guermandi, Pistelli. All.: Da Col

Probabile formazione Tolentino (4-3-1-2): Carnevali; Fede, Ciotti, Bergamini, Nicolosi; Frinconi, Minopoli, Ruggeri; Kakuli; Cinotti, Mandorlini. A disp.: Brandi, Ciavaroli, Borgiani, Gobbi, Romagnoli, Santoni, Bernabei. All.: Clementi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X