Il Tolentino pareggia ad Urbania

ECCELLENZA - Nel match di recupero cremisi in vantaggio con Bergamini, ma poco dopo risponde Braccioni. Mister Clementi: "Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Corridonia-Tolentino (7)di Marco Cencioni

Torna da Urbania con un pareggio il Tolentino. La squadra crèmisi è la prima a violare la rete di Celato in campionato, ma la punizione di Braccioni (terzo gol consecutivo da calcio piazzato per il dieci durantino) fissa il risultato finale sull’1 a 1. La partita non è stata ricca di occasioni da gol, ma le due squadre non si sono risparmiate sotto il profilo agonistico. Il match è stato ben interpretato dagli uomini di Clementi, che hanno provato come al solito ad esprimere il loro gioco nonostante le tante assenze. Il mister senigalliese ha optato per il modulo con il tridente, preferendo Ciavaroli a Romagnoli e Bernabei a Mandorlini. Nella ripresa, il tecnico ha mischiato le carte e ha inserito il veloce attaccante ex Corridonia per l’acciaccato Mercuri, provando a vincere tramutando il modulo in più compatto 4-2-3-1 ma, dopo aver trovato il vantaggio grazie al tap in di Bergamini in seguito ad un’azione personale di Nicolosi, la magia su calcio piazzato del regista biancorosso ha regalato ai padroni di casa il pareggio. Il primo tempo è andato in archivio con una leggera supremazia territoriale dei padroni di casa, la cui espressione più nitida è rappresentata dall’occasione divorata da Luca Fraternali che, solo davanti a Carnavali, calcia alto. Nei secondi quarantacinque minuti di gioco, dopo il botta e risposta fra le due squadre, eccezion fatta per un destro di Cinotti bloccato da Celato non ci sono state altre opportunità per rompere l’equilibrio.

“Se devo essere onesto il pari ci può stare, ma se avessimo vinto non avremmo rubato nulla –  dice mister Aldo Clementi – la gara è stata molto agonistica, giocata su livelli fisici notevoli, le squadre si sono annullate nel primo tempo, mentre nella ripresa siamo venuti fuori prepotentemente. Magari nella prima frazione siamo stati un più remissivi e guardinghi rispetto a loro, ma nel secondo tempo abbiamo davvero dato una grossa dimostrazione di carattere e personalità. Resta il rammarico – commenta l’allenatore crèmisi – per aver sbloccato la gara, non stavamo rischiando nulla, poi l’invenzione di Braccioni ci ha dato questo dispiacere. Il tutto, nonostante avessimo alcuni giocatori a pezzi per i tanti impegni ravvicinati, tra cui Mercuri e Minopoli che hanno stretto i denti. Sono molto contento dei miei ragazzi: tutti hanno dimostrato di saper reagire ad una sconfitta in maniera davvero importante”.

“Ho visto una bella partita, si sono affrontate due buonissime squadre, il risultato mi sembra giusto, siamo molto contenti di come si sono espressi i ragazzi – afferma il direttore sportivo durantino Pierangelo Nanni – Potevamo andare in vantaggio noi, alla fine hanno sbloccato loro e siamo riusciti a reagire. Le due squadre hanno giocato a viso aperto sino alla fine, si è vista una buona qualità di gioco.  Per quanto ci riguarda prendiamo questo punto che fa classifica e andiamo avanti per la nostra strada”.

Il tabellino:

Urbania 1
Tolentino 1

URBANIA: Celato; Renghi, Patarchi, A. Fraternali, Righi; Ricci, Braccioni, S. Mounsiff (22’s.t. Ceccarini); Sacchi (46’s.t. M. Rossi), Z. Mounsiff, L. Fraternali (16’s.t. Falconi). A disp: E. Bozzi, N. Bozzi, A. Rossi, Bravi. All.: Ceccarini.

TOLENTINO: Carnevali; Frinconi, Ciotti, Bergamini, Nicolosi; Kakuli, Minopoli, Mercuri (1’s.t. Mandorlini); Ciavaroli (33’s.t. Gobbi), Cinotti, Bernabei. A disp.: Brandi, Borgiani, Aringoli, Romagnoli, Santoni. All.: Clementi.

Arbitro: Filippo Giaccaglia di Jesi

Reti: 10’s.t. Bergamini, 23’s.t. Braccioni

Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Bernabei, Mercuri, Bergamini, Kakuli, Braccioni, Patarchi, Ceccarini. Angoli: 1 – 2 . Recupero: 4’ (1’+3’).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X