Caso Sglavo, dimissioni irrevocabili
“Orgogliosa della mia esperienza”

GAFFE SU MUSSOLINI - L'esponente Pd ha comunicato in serata la propria decisione al sindaco Corvatta, che potrebbe scegliere di assegnare le deleghe vacanti agli altri membri della giunta. In caso contrario Mirella Franco (Pd) in pole per sostituire l'ormai ex assessore ai servizi sociali che ha scatenato la bufera dopo gli elogi al Duce su Facebook
- caricamento letture
Antonella Sglavo

Antonella Sglavo

di Laura Boccanera

Si è conclusa con le dimissioni irrevocabili dal ruolo di assessore l’avventura di Antonella Sglavo nella Giunta che guida la città di Civitanova. Sglavo ha comunicato questa sera la sua decisione al sindaco Corvatta, proprio quando sia il Pd (il partito nel quale è stata eletta) che la lista con la quale è stato eletto, Uniti per Cambiare, stavano discutendo delle conseguenze di un caso che ha avuto eco nazionale. Nel pomeriggio era stato proprio Corvatta a prendere posizione a sostegno dell’assessore, ricordando il lavoro che aveva svolto e dicendo che non avrebbe permesso di «farla finire nel tritacarne» (leggi l’articolo). Ma il malumore nella maggioranza per quelle frasi scritte su Facebook dall’ormai ex assessore – che ha spiegato di averle scritte in una conversazione tra amici dal tono scherzoso -, era arrivato ad un livello difficilmente tollerabile. Troppo pesante l’auspicato “ritorno” di Mussolini, le critiche alla sinistra ma soprattutto quella frase riguardante le Marche e il Centro Italia, regno della «peggiore umanità» e dove la popolazione ha «i difetti del Nord e del Sud». «Ringrazio il sindaco, il Partito Democratico, il Consiglio comunale e la cittadinanza per questo anno e mezzo in cui ho speso tutte le mie energie all’assessorato alle politiche sociali. Un’esperienza di cui vado orgogliosa, che mi ha arricchito umanamente» ha dichiarato la 36enne, commentando la sua decisione di abbandonare la carica di assessore. 

Il testo pubblicato su Facebook che ha portato alle dimissioni dell'assessore Sglavo

Il testo pubblicato su Facebook che ha portato alle dimissioni dell’assessore Sglavo

A questo punto il sindaco dovrà decidere se indicare un’altra persona a cui affidare i compiti che erano sotto la responsabilità di Sglavo (servizi socio-assistenziali, sostegno alle famiglie, pari opportunità, cooperazione, emigrazione ed immigrazione) oppure optare per un rimpasto delle deleghe. Nel caso venisse scelto un nuovo assessore, la scelta potrebbe cadere su Mirella Franco, 59 anni, dipendente Asur anche lei di provenienza Pd, come Sglavo.

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X