Abbadia di Fiastra, inizia il 33° Corso per operatori agricoli

Nella sede della Fondazione Giustiniani Bandini sedici lezioni settimanali da fine ottobre a fine febbraio. Il corso è completamente gratuito
- caricamento letture
"Colli e colori" maceratesi (foto di Claudio Scarponi)

“Colli e colori” maceratesi (foto di Claudio Scarponi)

 

Dice 33 e gode di ottima salute. La Scuola di specializzazione per tecnici, imprenditori ed operatori agricoli di Abbadia di Fiastra sta per dare inizio al trentatreesimo corso annuale su “Agricoltura e tutela ambientale”. Da venerdì prossimo, fino a febbraio, con cadenza settimanale (ogni venerdì alle ore 19) sono previste lezioni con esperti e anche docenti universitari. Lo scopo del corso, incentrato soprattutto sui problemi riguardanti le tecniche di agricoltura a basso impatto ambientale, è quello di trasmettere agli operatori agricoli una maggiore qualificazione per aiutarli nello svolgimento delle loro attività lavorative. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Giustiniani Bandini, è una delle più longeve nel suo genere. Prese avvio nel 1981 e anno dopo anno si è sempre più qualificata per il suo valore scientifico. L’iscrizione al corso è gratuita e si può partecipare liberamente anche a singole lezioni. Per gli studenti che frequentano le facoltà universitarie e gli istituti professionali ad indirizzo agricolo sono previsti – grazie ad un contributo di Banca Marche – premi di frequenza che saranno assegnati in base all’attiva partecipazione al corso e alla preparazione di tesi o lavori di rilievo riguardanti le lezioni in programma (per informazioni: 0733-202122). Venerdì 18 ottobre – dopo una breve cerimonia inaugurale alla presenza del presidente della Fondazione, Giuseppe Sposetti, del coordinatore del corso, Gino Pasquali e di altre autorità locali – Antonella Petrini del Cermis (Centro ricerche e sperimentazione per il miglioramento vegetale) illustrerà i risultati della campagna cerealicola 2013 fornendo utili indicazioni per le prossime semine. Tra i temi delle lezioni successive figurano aspetti tecnici legati a settori specifici, come l’olivicoltura, la zootecnia, oppure aspetti legati alla tutele e sistemazione dei suoli, alla politica agraria comunitaria, al problema dello smaltimento dei rifiuti agricoli ed altro ancora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X