Centrodestra all’attacco: “Civitanova Alta sta perdendo i pezzi”

L'opposizione punta il dito contro il sindaco Corvatta: "Tante parole e pochi fatti. Si riparta dal recupero del tribunale"
- caricamento letture

2013-10-10 12.04.27

di Laura Boccanera

«Con questa amministrazione Civitanova Alta sta perdendo pezzi». La federazione del centrodestra questa mattina ha sottolineato le urgenze e le emergenze per il centro storico invitando l’amministrazione Corvatta a tornare al progetto del 1995 per il borgo antico: «Con Marinelli e Mobili poche parole e molti fatti, con Corvatta tante parole e niente fatti – commenta Ottavio Brini vice coordinatore regionale del Pdl – , gli abitanti di Civitanova Alta sono delusi e arrabbiati. Ci ricordiamo come era la città con le amministrazioni di centrodestra che hanno riaperto il teatro Annibal Caro, acquistato l’ex sacrario, ristrutturato l’ex Itc, acquistato Palazzo Ciccolini, ristrutturato Chiese, creato una nuova palestra, ora il nulla, anzi, per le grotte nessun intervento, così pure come per le mura e apprendiamo in questi giorni che anche la convenzione con l’Accademia di Belle arti non è stata rinnovata». Da qui la proposta che lancia Mobili di ripartire dal loro progetto per Civitanova Alta: «Noi abbiamo fatto della città un luogo di cultura, acquisendo, mentre Corvatta aliena beni pubblici, abbiamo portato economia e vivacità con eventi e manifestazioni, mostre. Per questo secondo noi occorre ripartire dal recupero del tribunale. Mentre in altre città come Camerino il sindaco si è mobilitato, a Civitanova non si è levata una voce a sostegno del mantenimento del tribunale, non c’è la voglia di rilanciare la città che tra poco resterà deserta».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X