Trofeo Pieve per auto d’epoca, Paciaroni vince due volte

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Premiazione di Paciaroni con il giovane navigatore Rotini a Sansepolcro

Premiazione di Paciaroni con il giovane navigatore Rotini a Sansepolcro

Niente di meglio che vincere per prepararsi a dovere all’ultimo appuntamento agonistico previsto dal calendario del Caem. Quella Due Giorni del Conero che sabato e domenica prossimi metterà ancora una volta in mostra, nella regolarità, i mezzi d’epoca più interessanti della regione e non solo. L’intramontabile Gianpaolo Paciaroni ed il presidente del Caem, Pietro Caglini, su fronti diversi, hanno centrato lo stesso obiettivo: il primo gradino del podio. La punta di diamante del Circolo automotoveicoli d’epoca marchigiano, Gianpaolo Paciaroni, targato Simeg e Glo Officina Luzi, incurante delle 79 primavere festeggiate lo scorso 12 settembre, con il fido navigatore Lorenzo Rotini al suo fianco, si è imposto, segnando una media errore di appena 5,2, al Trofeo Pieve di Sansepolcro, in provincia di Arezzo, valido per il Super Trofeo Zanon a cronometraggio manuale, al volante della rampante A112 Abarth del 1979. Già a segno in terra toscana lo scorso anno, quando si impegnò a fondo e vinse lo Zanon, kermesse che non permette l’uso di apparecchi elettronici per scandire il tempo, Paciaroni ha dominato la gara con sole 157 penalità contro le 367 del più accreditato avversario, Pirri, nel totale delle 30 prove speciali. È da notare che il settempedano ha giocato da asso pigliatutto, in quanto ha sbaragliato la concorrenza anche nelle 10 prove a cronometro valevoli per l’attribuzione della palma del migliore nella gara interna della “Salita dello Spino”, sempre ai danni di Pirri, con 51 penalità contro 96. In entrambe le classifiche il successo del Caem è stato amplificato dal terzo posto di Luigino Senigagliesi, su Fiat Francis Lombardi del 1971. Il presidente Pietro Caglini, dal canto suo, non è stato da meno, imponendosi con una Fiat 750 Fanalona del 1967 nella suggestiva gara Ancona 2400, in onore dei 2.400 anni di esistenza del capoluogo di regione sul cui territorio si tornerà nel prossimo weekend, per l’attesa ed affollata 18^ Due Giorni del Conero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X