Caso Farmacie, una mozione contro la vendita

CIVITANOVA - A presentarla il consigliere Marinelli, che chiede di non dismettere i due esercizi oggetto della delibera di Giunta: "Chi cerca i milioni che mancano per fare il palasport è avvisato"
- caricamento letture
Il consigliere comunale Erminio Marinelli

Il consigliere comunale Erminio Marinelli

Una mozione per scongiurare la vendita delle farmacie. Cerca di far leva sulla spaccatura della maggioranza in merito all’accorpamento delle farmacie e alle ipotesi di vendita il consigliere Erminio Marinelli, che ha presentato una  mozione da discutersi in Consiglio Comunale per impegnare l’assise a  non dismettere le due farmacie che sono state oggetto della delibera di giunta varata dalla Giunta Corvatta e poi ritirata dal Sindaco. «I consiglieri comunali di minoranza hanno avuto notizia della volontà di vendere solo grazie alle polemiche relative al disaccordo nella maggioranza – spiega Marinelli -, questo fa presupporre che anche nel centrosinistra non se ne sapesse molto e  mi induce a pensare che la mia mozione non passerà inosservata in quella parte del centrosinistra che non vuole svendere il patrimonio e tutelare il lavoro e quindi le famiglie dei dipendenti».  Nel documento Marinelli chiede  anche di rispettare la normativa sulle aziende partecipate dal Comune, di trovare un nuovo assetto gestionale alle stesse farmacie e di arricchire i servizi offerti alla cittadinanza. «Un medico come Corvatta – spiega il consigliere – dovrebbe capirne a volo l’importanza per tenere alti standard, bassi costi e fornire servizi gratuiti. La sanità perde pezzi ogni giorno e le farmacie sono indispensabili anche per misurare la pressione, fare vari esami fra cui gli elettrocardiogrammi, distribuire pannoloni per gli anziani. Il passaggio in Consiglio della mozione servirà anche a mettere un punto fermo sulla questione. La Giunta non può decidere di vendere nulla senza passare prima in Commissione Consiliare e senza aver illustrato al Consiglio comunale quali siano le strategie amministrative ed economiche che giustificano questa scelta.  Chi cerca i milioni che mancano al palazzetto dello sport è avvisato»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X