Api riprende la Jesina
Pari amaro per il Matelica

SERIE D - Anche due pali per la squadra di Carucci che non va oltre l'1-1 interno contro la formazione leoncella
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Parata del portiere Tavoni su Cognigni

Parata del portiere Tavoni su Cognigni

 

di Sara Santacchi

Secondo pareggio dopo tre giornate dall’inizio del campionato per il Matelica che contro la Jesina non va oltre l’1-1 complice anche un pò di sfortuna. E’, infatti, proprio la squadra del tecnico Carucci a colpire due pali nell’arco dei 90 minuti, ma subisce anche il vantaggio da parte degli ospiti. Ci pensa poi Api, su rigore a stabilire il definitivo pareggio.

Il rigore di Api

Il rigore di Api

La cronaca: qualche cambio tecnico in campo tra le file di casa e l’esordio del giovane portiere Fratoni in un Matelica che può contare su un pubblico sempre più numeroso sugli spalti come a segnalare che l’ambiente ci crede e vuole far sentire il suo sostegno ai ragazzi. Dopo solo 8 minuti prima occasione gol per i padroni di casa con Cacciatore a servire Moretti che in diagonale colpisce clamorosamente l’interno del palo e accorre Tafani a spazzare. Ritmi elevati per il Matelica e Jesina poco impegnata sotto porta. Si arriva al 21′ per la prima occasione degli ospiti con Carnvali che davanti al portiere manda alto sopra la traversa. Ci riprova, quindi Cognigni, al 26′, ma Tavoni in tuffo evita il pericolo. Il Matelica è decisa a trovare il vantaggio e ci va vicino Cacciatore due volte in meno di due minuti, ma la sfera sembra proprio non voler entrare. L’ultima occasione della prima frazione di gioco è della Jesina con un tiro cross di Cardinali che Fratoni in salto trattiene in due tempi.

Esultanza dopo il gol

Esultanza dopo il gol

La ripresa è lo specchio del primo tempo. Al 50′ l’urlo di gioia dei tifosi matelicese è bloccato in gola quando Cognigni si fa spazio in area e va a cerare la porta in diagonale, ma incredibilmente colpisce l’interno del palo e Tavoni riesce a trattenere sulla linea. E’, quindi, Moretti a rendersi pericolo al 55′ ma l’estremo difensore ospite dice di “no”. Al 65′ arriva il vantaggio della Jesina con Pierandrei che di testa risponde alla punizione di Rossini: 1-0. La doccia fredda si fa sentire sul Matelica che, comunque, continua a crederci e al 76′ Moretti si guadagna un calcio di rigore. Api si presenta sul dischetto e non sbaglia infilando la sua prima rete in serie D nonchè stabilendo il definitivo pareggio. L’ultima occasione è dei padroni di casa, con Lazzoni che al 47′, manda la sfera col destro di poco fuori. Le due squadre si dividono la posta in palio, fermo restando un po’ di dispiacere nei padroni di casa che, tuttavia, non hanno nulla da rimproverarsi.

Il tabellino:

MATELICA: Fratoni 6, Rocchegiani 6 (86′ Silvestrini s.v.), Tonelli 6.5, Lazzoni 7, Gilardi 6.5, Ercoli 6.5, Martini 7, Moretti 6.5, Cognigni 6 (67′ Api), Cacciatore 6.5, Staffolani 6.5. All.: Carucci.

JESINA: Tavoni 7, Campana 6, Cardinali M 6 (67’Ambrosi), Strappini M 6, Tafani 6, Tombari 6, Cardinali N 6, Strappini S 6 (52’Berardi 6), Pierandrei 6.5, Carnevali 6, Rossi  6(62′ Rossini 6). All.: Bacci.

Arbitro: Agostini di Bologna.

Marcatori: 65′ Pierandrei, 76′ Api (rig.)

Note: Spettatori circa 600. Ammoniti: Tavoni (J), Lazzoni (M), Tafani (J), Fratoni (M), Moretti (M), Gilardi (M). Angoli: 5-3. Recupero: 2’+4′.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X