Maceratese-Fermana
Pari e applausi

SERIE D - Canarini avanti con la rete del baby Romano nel primo tempo. Nella ripresa, su calcio d'angolo di Borrelli, la deviazione che beffa Boccanera. Palo di Orta nel primo tempo, di Bartolini nel secondo. Spettacolo sugli spalti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Una fase di gioco del derby tra Maceratese e Fermana

Una fase di gioco del derby tra Maceratese e Fermana

L'avvocato Giancarlo Nascimbeni, storico dirigente biancorosso, premiato dal sindaco Romano Carancini

L’avvocato Giancarlo Nascimbeni, storico dirigente biancorosso, premiato dal sindaco Romano Carancini

di Filippo Ciccarelli

Una Maceratese dal grandissimo carattere, anche se ancora un po’ troppo timida negli ultimi 16 metri, pareggia 1-1 il superderby con la Fermana. L’Helvia Recina è il palcoscenico dove biancorossi e canarini, di fronte a circa 3.000 spettatori, si scontrano già alla seconda di campionato. Il match è stato preceduto dalla premiazione dell’avvocato Giancarlo Nascimbeni, storico ex presidente della Maceratese, che alla presenza del sindaco Romano Carancini ha ricevuto il premio “Una vita per lo sport”. Le squadre in campo non hanno tradito le attese. La partita è stata combattutissima e nel primo tempo, paradossalmente, la Maceratese ha giocato meglio dei propri avversari nonostante abbia chiuso la prima frazione in svantaggio di un gol. Per un’ora circa i biancorossi hanno giocato a calcio palla a terra, cercando trame offensive studiate in allenamento. A ben vedere, specie nel primo tempo,  è mancato sempre il guizzo sotto porta. Borrelli ha spesso e volentieri fatto sfoggio della sua classe smarcando con cross vellutati i compagni sul

L'esultanza della Fermana dopo il gol

L’esultanza della Fermana dopo il gol

secondo palo, ma la bravura di Boccanera o il palo hanno vanificato gli sforzi. Orta è stato ben imbeccato da Lattanzi, ma non è riuscito a concretizzare l’azione dopo una lunga corsa verso la porta insieme al suo marcatore. E proprio quando la Maceratese sembrava controllare la partita, la Fermana è passata in vantaggio, sfruttando un rimpallo in cui però pare evidente il tocco di mano di Romano. L’arbitro non fischia nulla e il giovane (classe ’95) batte Turbacci in diagonale; sulla rete il portiere biancorosso non può nulla. I padroni di casa potrebbero pareggiare con Arcolai – autore di una prestazione maiuscola, al netto di un paio di errori nella ripresa – che però arriva in ritardo all’appuntamento col pallone, respinto male da Boccanera dopo una punizione di Borrelli da circa 30 metri.
Nel secondo tempo, invece, la Maceratese cala e si affida più ai lanci lunghi e alle iniziative individuali dei singoli che a una manovra ragionata. Le squadre si allungano e cala la concentrazione. Lo stesso Turbacci si rende protagonista di alcuni rilanci sbagliati e di interventi da brivido. Su tutti la palla ciccata e sottratta in area da Bartolini, che approfitta dell’errore e si allarga sulla sinistra, ma

Lo striscione-sfottò esibito dai tifosi della Maceratese

Lo striscione-sfottò esibito dai tifosi della Maceratese

la sua conclusione finisce sul palo. Ancora Bartolini potrebbe trafiggere un incerto Turbacci, fermatosi a metà strada in uscita, bravo poi a deviare con la punta delle dita in calcio d’angolo la conclusione di testa del bomber della Fermana. La Fermana trova spazi, anche perché la Maceratese si scopre (fuori Piergallini e Ionni per Gizzi e Cavaliere), ma non trova la freddezza sotto porta. E così, non riuscendo a chiudere la partita, i ragazzi di Fenucci si fanno recuperare su un’azione nata da calcio piazzato. Borrelli trova una parabola velenosa dalla bandierina del corner, la palla viene toccata da un difensore e la frittata è fatta: 1-1 e palla al centro. Nelle battute finali Marcolini e Lattanzi potrebbero colpire, ma alla fine il risultato rimane di parità. La Fermana conferma il potenziale di una rosa costruita con giocatori ottimi per la categoria, la Maceratese davanti al proprio pubblico mette in campo un’altra prova di carattere e, come a Termoli, recupera un match in cui era finita in svantaggio. Alla fine le due squadre escono tra gli applausi delle rispettive tifoserie. Adesso il calendario impone allaMaceratese un doppio confronto, tra coppa e campionato, davvero probante: due partite con la Civitanovese, l’avversaria di sempre, reduce dal pareggio odierno in campionato (0-0) sul campo del Bojano.

I tifosi della Fermana all'Helvia Recina

I tifosi della Fermana all’Helvia Recina

(Foto Cronache Maceratesi)

 

***
Il tabellino

Maceratese 1
Fermana     1

MACERATESE: Turbacci 5, Donzelli 7, De Cicco 6.5, Arcolai 6.5, Ruffini 6, Santini 6, Piergallini 6.5 (15’st Gizzi 5.5), Ionni 6 (15’st Cavaliere 5.5), Orta 6 (41’st Gabrielloni sv), Borrelli 6.5, Lattanzi 6.5.

A disposizione: 
Ciocca, Perfetti, Benfatto, Pietropaolo, Romanski,  Belkaid. All. Di Fabio.

FERMANA: Boccanera 6, Miecchi 6, Bartolucci 6.5, Marini 6.5, Labriola 6, Marinucci Palermo7, Romano 7 (41’st D’Errico sv), Marcolini 5.5, Bartolini 6.5 (19’st Santoni), Negro 6 (31’st Misin sv), Bellucci 6.5.

Maceratese-Fermana (14)disposizione: Stefanini, Savini, Mariani, Cervellini, Camilli, Fabiani. All. Fenucci.

Arbitro: Valiante di Nocera Inferiore

Marcatore: Romano al 29’pt, Borrelli al 33’st

Note: Spettatori 3.000 circa (250 nel settore ospiti). Calci d’angolo 5-6 Ammoniti De Cicco, Labriola, Borrelli, Marinucci Palermo, Bellucci. Recupero 1’+4′
***

La cronaca live:

49′ – Finisce 1-1 la supersfida dell’Helvia Recina. La Maceratese agguanta il pari con una prodezza di Borrelli, che da calcio d’angolo ha trovato la parabola giusta – forse con una deviazione – per mettere fuori causa Boccanera. Biancorossi più belli nel primo tempo. La Fermana ha mostrato il potenziale di cui dispone, con una rosa ricca di elementi di spicco per la categoria.

Maceratese-Fermana (1)47′ – Conclusione debole, dalla distanza, di Marinucci Palermo.

46′ – Gabrielloni si allarga sulla destra, trova il fondo e con un rasoterra imbecca Lattanzi che spalle alla porta prova a controllare e finisce a terra: non c’era calcio di rigore e infatti l’arbitro lascia correre.

45′ – Ci saranno 4′ di recupero.

43′ – Doppia occasione per la Fermana: Santoni salta Donzelli e mette un pallone d’oro in area, spazzato da Ruffini. Poi Marcolini non inquadra la porta calciando al volo da ottima posizione.

41′ – Pronti gli ultimi cambi per le due squadre. La Maceratese richiama Orta ed inserisce Gabrielloni, la Fermana sostituisce Romano con D’Errico.

39′ – Punizione da circa 30 metri per la Fermana, mattonella centrale. Turbacci piazza la barriera. Santoni spara altissimo.

Maceratese-Fermana (13)36′ – Squadre lunghe e stanche. Errore di Arcolai, respinta corte e contropiede della Fermana finalizzato da Marcolini che però non inquadra la porta.

34′ – Borrelli avrebbe segnato direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo. Da posizione simile segnò alla Maceratese, all’Helvia Recina, con la maglia dell’Ancona.

33′ – Rete!!! Pareggia la Maceratese con un gol in mischia, forse autorete. Palla calciata a giro in modo perfetto da Borrelli!

33′- Angolo per la Maceratese. Batte Borrelli.

31′ – Entra Misin al posto di Negro. Ecco il secondo cambio della Fermana.

30′ – Ruffini perde palla a centrocampo, Negro corre in area biancorossa ma strozza troppo la conclusione. Blocca Turbacci.

Maceratese-Fermana (4)27′ – Borrelli ci prova da distanza proibitiva, palla di poco alta sopra l’incrocio dei pali della porta difesa da Boccanera.

26′ – Bellucci va via ad Arcolai che sbaglia l’anticipo. Si accentra e va alla conclusione, non inquadrando la porta.

23′ – Iniziativa individuale di Gizzi che prova a liberare il mancino da fuori area: palla alta.

21′ – Continua il momento no della Maceratese. Molti passaggi sbagliati e corse a vuoto. La Fermana gestisce il vantaggio.

19′ – Primo cambio nella Fermana: fuori Bartolini, dentro Santoni.

18′ – Calcio di punizione per la Fermana, sulla fascia destra del fronte d’attacco dei Canarini. La palla viene messa fuori di testa da Ruffini, poi conclusione altissima dalla distanza.

15′ – Doppio cambio nella Maceratese. Fuori Piergallini, dentro Gizzi. Poi fuori Ionni e dentro Cavaliere.

Maceratese-Fermana (2)14′ – Ancora un’incertezza di Turbacci: il portiere accenna a un’uscita, poi si blocca a metà strada. Bartolini di testa indirizza verso la porta, Turbacci ci arriva con la punta delle dita e mette in angolo.

13′ – Svarione di Turbacci che cicca il pallone, Bartolini lo supera e a porta vuota, dall’esterno, colpisce il palo. Graziato l’estremo difensore biancorosso.

11′ – Calcio d’angolo guadagnato da Donzelli. Sugli sviluppi Lattanzi cerca la correzione sotto porta di tacco, ma la palla finisce fuori.

9′ – De Cicco va via al suo marcatore, cross dalla sinistra per Orta che sfiora di testa ma non inquadra la porta.

7′ – Altro rinvio impreciso di Turbacci, biancorossi in confusione.

Maceratese-Fermana (16)7′ – Fermana vicinissima al colpo dello 0-2: Bellucci prende il tempo a un immobile Santini ma non calcia, Turbacci di piede respinge il pallone alla disperata. Calcio d’angolo.

5′ – Biancorossi graziati da un colpo di testa mancato di pochissimo: la palla arriva sul secondo palo e Turbacci ci mette una pezza. Gioco fermo per un infortunio capitato a Labriola, all’interno dell’area biancorossa.

4′ – Colpo di testa sotto misura, Arcolai mette in corner. Viene avanti la Fermana, batte Negro.

2′ – Tutta la panchina biancorossa, ad eccezione del secondo portiere Ciocca, si sta scaldando. Al contrario, siedono tutte composte le riserve della Fermana.

1′ – Partiti! Riprende il secondo tempo, primo pallone giocato dalla Maceratese. Non sembrano esserci stati cambi nelle due formazioni.

Maceratese-Fermana (11)

INTERVALLO: Maceratese meglio nei primi minuti, la Fermana ha giocato di rimessa ma ha mostrato maggior cinismo portandosi in vantaggio. Alla Maceratese, comunque caratterialmente forte, viene negata dal palo la gioia del pareggio.

46′ – Chiusura con brivido per la Maceratese. Angolo per la Fermana, Turbacci respinge male ma poi l’arbitro ferma l’azione per fuorigioco. Finisce così il primo tempo, con il vantaggio della Fermana grazie al gol di Romano.

43′ – Palo della Maceratese! Altro gran lavoro di Borrelli, cross sul secondo palo e Orta di testa  colpisce il palo.

39′ – Da 35 metri Borrelli sorprende Boccanera che respinge male, Arcolai in ritardo per il tap in. Calcio d’angolo per i biancorossi

38′ – Fallaccio di Marinucci Palermo su Orta: intervento che costa il giallo al centrocampista della Fermana, ma ha rischiato l’espulsione l’esperto mediano.

37′ – Cross dalla destra e girata di testa da parte di Orta: blocca Boccanera. La palla era centrale, ma veloce.

37′ – Donzelli subisce fallo da Romano: faccia a faccia tra i due senza conseguenze disciplinari. Gli animi si stanno scaldando.

Maceratese-Fermana (8)36′ – Ennesimo fuorigioco fischiato a Borrelli che grida il suo disappunto in faccia all’arbitro: cartellino giallo inevitabile.

35′ – Ammonito Labriola per un brutto fallo a centrocampo.

33′ – Ruffini perde un pallone insidiosissimo a centrocampo, riparte velocissima la Fermana, ma Bartolini viene fermato in extremis.

31′ – Dopo il gol continua a pressare la Fermana. Bellucci guadagna un calcio d’angolo. Palla battuta da Negro, ma rinvia un difensore appostato sul primo palo.

29′ – Rete!!! Fermana in vantaggio. Arcolai rinvia un pallone al limite dell’area ma la sfera sbatte su Romano, che può così controllare in area di rigore e battere con un diagonale Turbacci. Timide proteste per un presunto tocco di braccio dalla retroguardia biancorossa. Fermana avanti!

Maceratese-Fermana (5)26′ – Intervento falloso ai danni di Bartolini: punizione da circa 30 metri per la Fermana, posizione centrale. Alla battuta va Negro, ma la palla viene trattenuta dalla selva di gambe degli uomini in barriera.

22′ – Brutto fallo di De Cicco che entra in ritardo sull’avversario e viene ammonito dal direttore di gara.

20′ – Errore di testa di Arcolai che alza un buon pallone per Bartolini al limite dell’area. La sfera perviene poi a Negro che viene subito raddoppiato e chiuso.

19′ – Borrelli di prima per Lattanzi, assist profondo per Orta che però viene anticipato di un soffio dall’uscita di Boccanera.

18′ – Borrelli sfoggia la sua classe: entra in area, crossa sul secondo palo trovando da soli Piergallini e Ionni, ma il primo assistente alza la bandierina segnalando il fuorigioco. Occasione molto ghiotta per la Maceratese.

maceratese-fermana (6)16′ – Piergallini, tra i migliori dei biancorossi, porta a spasso due avversari e serve un pallone perfetto per l’inserimento da dietro di Ruffini. Il tiro però è completamente sballato, e la palla arriva docile dalle parti di Boccanera.

15′ – Santini anticipa di testa Bartolini. Palla a Ruffini che cerca un lancio da centrocampo, ma trova l’opposizione di un avversario con il braccio. Sugli sviluppi della punizione, però, la Maceratese perde palla.

14′ – Primo corner anche per la Fermana, ma la parabola è troppo lunga. Piergallini recupera sulla destra e corre palla al piede da solo contro la difesa avversaria. Fermato in fallo laterale.

12′ – Parte uno sfottò dalla curva della Maceratese rivolto ai tifosi canarini: “La tua mentalità, jì a vedè Montegranà”, in riferimento all’unione tra la squadra di Fermo e quella di Montegranaro.

maceratese-fermana (1)9′ – Gioco fermo per uno scontro a centrocampo tra Arcolai e Negro. I due si sono scontrati battendo la testa, dopo un minuto circa di cure sono pronti a rientrare in campo.

7′ – Bel lavoro di Donzelli che aggira Negro e fa ripartire l’azione. Possesso palla insistito della Maceratese in questi primi minuti, più attendista la Fermana.

6′ – Borrelli trova un varco centrale, il pallone arriva a Piergallini che spalle alla porta sfodera un gran destro a giro. Pallone di pochissimo fuori.

5′ – Dribbling di Piergallini sulla destra, cross basso e pallone ribattuto in calcio d’angolo per la Maceratese.

3′ – L’ex Negro, che ora gioca tra le fila della Fermana, riceve qualche fischio da parte dei supporter biancorossi. L’attaccante era in fase di possesso sulla trequarti biancorossa.

1′ – La partita è cominciata, Orta cerca di farsi largo in avanti, scambia con Ionni e poi il pallone arriva a Donzelli, ma alla fine la Fermana guadagna un fallo laterale.

maceratese-fermana (4)PREPARTITA: Squadre in campo per il saluto al pubblico. Fermana in maglia gialla, pantaloncini blu e calzettoni gialli. Maceratese con maglia biancorossa, calzettoni e pantaloncini bianchi. La Maceratese attaccherà da destra a sinistra nel primo tempo, rispetto al punto di osservazione della tribuna. Tra pochissimo il fischio d’inizio.

PREPARTITA: Si sta riempiendo lo stadio Helvia Recina per il derby tra Maceratese e Fermana. Squadre in campo per il riscaldamento prepartita. Premiato il dottor Giancarlo Nascimbeni, sulla pista dello stadio Helvia Recina insieme al sindaco Carancini e al nipotino Carlo. “Meglio una premiazione in campo che un minuto di raccoglimento” ha scherzato l’ex presidente biancorosso, che riceve il premio “Una vita per lo sport”.

 

 

 

 

maceratese-fermana (3)

 

maceratese-fermana (5)

 

maceratese-fermana (2)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X