Scippata alle poste
Anziana finisce in ospedale

CIVITANOVA - E' successo questa mattina all'uscita dell'ufficio postale di via Duca degli Abruzzi. Un giovane ha derubato Maria Silvestrini, 79 anni,di circa 2 mila euro. AGGIORNAMENTO - Nel pomeriggio la donna è stata dimessa. La nipote: "Abbiamo temuto il peggio"
- caricamento letture
L'ufficio postale di via Duca degli Abruzzi

L’ufficio postale di via Duca degli Abruzzi

di Laura Boccanera

La segue, le strattona la borsa e scappa con la pensione. E’ successo questa mattina verso le 9.30 all’angolo dell’ufficio postale centrale di via Duca degli Abruzzi a Civitanova. Un giovane, probabilmente italiano, di circa 35 anni ha scippato Maria Silvestrini, una civitanovese di 79 anni. Il giovane, che indossava una maglietta blu, è stato descritto dalla vittima dello scippo come stempiato e con i capelli neri.
La donna, che vive nel quartiere San Gabriele, stamattina si era recata all’ufficio postale per ritirare la pensione e poco dopo, all’uscita, un uomo in tenuta sportiva scura, senza alcun travisamento sul volto, le si è avvicinato e con destrezza le ha sottratto la borsa. All’interno c’erano circa 2 mila euro. Il denaro era la somma cumulativa della pensione della donna e la reversibilità del marito defunto. Tutto è avvenuto nel giro di pochi secondi. «Scusi signora», con questa scusa il rapinatore si è avvicinato da dietro e  poi nel giro di pochi secondi le ha strappato la borsetta. La donna, che nonostante l’età è ancora energica e volitiva, ha tentato di trattenerla ma i suoi sforzi sono stati vani. «Abbiamo temuto il peggio – afferma la nipote Leonella Capponi – ha avuto anche alcuni problemi di cuore e poteva andare molto peggio, ora è a casa, ma ha avuto molta paura». Durante lo scippo Silvestrini è finita a terra e si è ferita, ma le sue condizioni non sarebbero gravi.  Subito dopo la 79enne è stata soccorsa dal 118 e condotta all’ospedale di Civitanova per accertamenti da dove è stata dimessa nel pomeriggio. Ha riportato alcuni lividi, anche al volto ed  ha forti dolori al costato, ma per fortuna nulla di rotto. Sul posto gli uomini del locale commissariato di polizia che stanno cercando, grazie anche alla descrizione fornita da un testimone e dalla vittima, di mettersi sulle tracce del malvivente fuggito poi velocemente a piedi. Al vaglio degli inquirenti l’analisi dei video di alcune telecamere che avrebbero potuto catturare persone sospette corrispondenti alla descrizione.
Lo scorso 13 giugno (leggi l’articolo) lo stesso ufficio postale venne rapinato da un marocchino acciuffato nel giro di poche ore dalla polizia.

(ultimo aggiornamento ore 19)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X