Trodica pronto per la Coppa
Morreale: “Stiamo lavorando bene”

ECCELLENZA - Il mister fa il punto della situazione in vista della gara di Portorecanati
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'allenatore del Trodica Renzo Morreale

L’allenatore del Trodica Renzo Morreale

di Sara Santacchi

Ricomincia da dove ha finito il Trodica. Dallo stadio Monaldi di Portorecanati, contro la squadra di mister Possanzini. La stagione in Eccellenza inizierà da lì per i ragazzi del tecnico Morreale che scenderanno in campo nel primo turno di Coppa Italia, domenica 25 agosto, alle ore 16. “Riprendere da dove si è lasciato lo ritengo un buon segno – risponde subito l’allenatore del Trodica – In quella finale play off abbiamo perso, ma quella partita ci ha portati in Eccellenza, per cui la considero positivamente”. Una squadra, il Portorecanati, che ha sempre fatto dei giovani la propria forza e che non sembra cambiata molto rispetto alla passata stagione “Si tratta di una bella squadra e una formazione molto valida. I giovani – continua – sono ormai il suo fiore all’occhiello, ma non dimentichiamoci che in campo ci sono anche giocatori d’esperienza come Cento”. Dunque, fervono i preparativi per l’inizio di questa nuova avventura, non prima di un bilancio sull’ultimo periodo di preparazione “L’ultima amichevole col Porto Potenza mi ha dato modo di fare alcune valutazioni e, in particolare, sperimentare qualcosa di nuovo a livello tattico, ma credo che rimarrò sullo stesso modulo dello scorso anno. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando bene, ma sappiamo che l’Eccellenza non è la Promozione e dovremo dimostrarci molto compatti soprattutto in certi casi”. Guardando alla rosa sembra in ripresa Monteneri, mentre sarà incerta la presenza, contro il Portorecanati, di Lucesoli e Aquino. Soddisfazione arriva nei confronti dell’ultimo acquisto “Castracani l’ho visto bene, mi sembra in buona forma – spiega Morreale – Si è subito amalgamato col gruppo e le prime impressioni sono state molto positive”. L’unico rammarico è quello di non essere riusciti a giocare un’amichevole con una squadra di categoria superiore “Si, onestamente mi sarebbe piaciuto metterci alla prova con una compagine di serie D. L’entusiasmo è tanto, ma dobbiamo anche fare i conti con la realtà. La Coppa – conclude – è vero che è un torneo importante, ma per noi rappresenterà anche un primo test serio per confrontarci con una squadra con un organico competitivo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X