Matelica-Recanatese, una è di troppo

COPPA ITALIA - La vincente della gara unica giocherà contro la Maceratese. Nei padroni di casa (che hanno acquistato anche Mangiola) out Cacciatore e Vitali, negli ospiti non ci saranno Cianni e Committante. Calcio d'inizio alle 20.30
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
L'attaccante del Matelica Cristian Cacciatore

L’attaccante del Matelica Cristian Cacciatore

di Sara Santacchi

Ci siamo. Tra poco più di ventiquattro ore si darà ufficialmente inizio alla stagione in serie di D del Matelica. Ultimo giorno di allenamento a Camerino per i ragazzi di mister Carucci che, a distanza di quasi un mese dall’inizio della preparazione, svolta in gran parte a Cerreto d’Esi e nell’ultima settimana negli impianti camerti, esordirà in Coppa Italia, al “Comunale” nella sfida con la Recanatese. Fischio d’inizio alle 20.30 per una partita che lo stesso presidente Canil ha definito “importante al pari di qualsiasi altra competizione”. Dopo un’intensa estate che ha visto l’intera società matelicese lavorare non solo sul fronte mercato, ma anche sul versante stadio, che necessitava di qualche lieve miglioria, secondo le esigenze della categoria, si inizia a fare sul serio. Dunque, allenamento di rifinitura mattutino, senza appesantire troppo le gambe per la squadra che vede tornare ad allenarsi col gruppo sia Jachetta che Rocchegiani, tornati a disposizione. L’allenatore Carucci dovrà, invece, fare a meno del giovane portiere Fratoni, del terzino Corazzi così come del centrocampista Piciotti, tutti under. In fase di ripresa Boria. Assenti per squalifica Cacciatore e Vitali. Sarà, dunque, Spitoni a fare la guardia tra i pali in un probabile 4-3-3 già provato in diverse amichevoli. Tra le file della Recanatese mister Perantoni non potrà contare su Commitante, anche lui squalificato e Cianni, per infortunio. In casa biancorosso sembra unanime il pensiero che, comunque, l’inizio della stagione sarà proprio domani “Per noi – spiega il vice presidente Carlo Dolce – si tratta di un esordio a tutti gli effetti. E’ un primo esame che ci permetterà di confrontarci con una squadra esperta della categoria, quindi non è un impegno che prendiamo sottogamba. Sappiamo bene di essere una matricola e per noi si tratterà di un battesimo a tutti gli effetti. Sembra un po’ chiudersi il cerchio dal momento che la scorsa stagione, la prima amichevole dell’anno fu proprio con la Recanatese e quest’anno ci ritroviamo a doverla affrontare in Coppa, nella prima partita ufficiale”. E’ di nuovo calciomercato in casa del Matelica che piazza un gran colpo con l’acquisto del centrocampista Simone Mangiola, classe ’95, nell’ultimo anno alla Fermana con la quale ha segnato la rete decisiva, lo scorso maggio, che ha permesso la vittoria della Coppa Italia nazionale d’Eccellenza. Mangiola, nonostante la giovane età, vanta delle buone caratteristiche tecniche che erano state apprezzate dallo stesso tecnico Carucci, lo scorso anno, in diverse occasioni. Centrocampista avanzato predilige l’attacco alla difesa. Si unirà al gruppo già a partire da lunedì, quando la squadra comincerà ad allenarsi a Matelica, dopo il primo impegno di domani (domenica) con i preliminari di Coppa Italia di serie D contro la Recanatese. Entusiasta del nuovo arrivo in primis l’allenatore matelicese che si è definito “più che contento di poter contare anche su un giocatore del genere. Quando ci sono stati i primi contatti – ha continuato – la società sapeva che con me sfondava un portone già aperto dal momento che si tratta di un ragazzo che avevo molto apprezzato già nello scorso campionato. Non sarà a disposizione, chiaramente, domani, ma da lunedì inizierà ad allenarsi col resto del gruppo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X