Ospedale in lutto:
è morto Gualberto Carpineti

MACERATA - L'infermiere, caposala dell'Utic, aveva 57 anni. Stracolma la chiesa Collegiata di Montelupone dove oggi sono stati celebrati i funerali. Il ricordo dei colleghi: "Un esempio per tutti e unico dal lato umano"
- caricamento letture
Gualberto Carpineti

Gualberto Carpineti

di Filippo Ciccarelli

(Foto di Lucrezia Benfatto)

E’ morto oggi intorno a mezzogiorno all’età di 57 anni, dopo una malattia scoperta qualche mese fa e che non gli ha lasciato scampo, il caposala dell’Unità di terapia intensiva coronarica all’ospedale di Macerata, Gualberto Carpineti. La notizia ha suscitato profonda commozione in città e a Montelupone, dove l’infermiere viveva insieme alla moglie Stefania Martinelli. Dallo scorso marzo Carpineti aveva smesso di lavorare per sottoporsi alle terapie, e da tempo era ricoverato all’ospedale di Macerata. I funerali saranno celebrati domani, venerdì 9 agosto alle 17 nella chiesa Collegiata di Montelupone. Carpineti lascia la moglie Stefania e il fratello Giuliano, parrucchiere a Civitanova.

Paola Testa, che per 24 anni ha lavorato fianco a fianco con Carpineti, lo ricorda commossa parlando anche a nome dei colleghi del reparto: “E’ difficile in questi momenti dire qualcosa. Posso solo dire che per i più giovani è stato un maestro, un padre, un esempio dal punto di vista professionale ma anche personale. Gualberto era unico dal lato umano. Oggi ho perso un fratello. Lui aveva intatto l’amore per questo lavoro e per il paziente; lo ha mantenuto da infermiere, da tecnico della sala pacemaker e anche in questi ultimi anni, quando è diventato caposala. Ha insegnato a tantissimi giovani Funerale_Gualberto_Carpinetiinfermieri ed era un vero combattente. Fino all’altroieri pensava al futuro, nonostante la terribile malattia che lo aveva colpito, è sempre stato forte e positivo. Vedere il grande amore tra lui e Stefania, nonostante le avversità degli ultimi tempi, è stato di esempio per tutti noi. Le siamo tutti vicini, è una donna straordinaria”.

***
Montelupone si è fermato per l’ultimo saluto a Gualberto Carpineti. La chiesa Collegiata è stata completamente riempita dalla folla di parenti e amici che ha voluto rendere omaggio all’infermiere, amatissimo in paese e non solo. Presenti anche i colleghi dell’ospedale di Macerata. Un gruppo di ragazzi e bambini ha letto una lettera toccante durante la celebrazione delle esequie, accompagnata da un commosso applauso finale. Il feretro di Carpineti è stato accompagnato in piazza e lungo le vie del centro fino al cimitero. 

Funerale_Gualberto_Carpineti (2)

Funerale_Gualberto_Carpineti (4)

Funerale_Gualberto_Carpineti (3)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X