Civitanova: aumenta la raccolta differenziata

Dati positivi dal monitoraggio del Cosmari e dell'assessorato all'ambiente
- caricamento letture

Cosmari_assemblea_pubblica (8)Quasi un punto percentuale in più di differenziata nel mese di giugno rispetto al 2012. Continua il monitoraggio del Cosmari sulla raccolta porta a porta a Civitanova anche a seguito dell’ introduzione dei sacchetti col microchip e i dati raccolti nel mese di giugno evidenziano una tendenza positiva. In particolare il dato della differenziata aumenta sia rispetto allo stesso mese del 2012 (68,25% del giugno 2013 rispetto al 67,46% del corrispondente mese 2012), ma anche il dato annuale dei primi sei mesi del 2013 comporta  un incremento rispetto allo stesso periodo anno 2012 (67,19% rispetto al 66,62%). “In termini quantitativi in giugno si registra una riduzione dei materiali da raccolta differenziata rispetto al mese di maggio dovuta soprattutto a due fattori contingenti e assolutamente recuperabili – spiegano il direttore del Cosmari Giampaoli e l’assessore Silenzi – meno 92,44 tonnellate di inerti (che vengono conferiti di solito ogni due mesi per cui non è stato computato alcunchè per il mese di giugno 2013) e – 48,07 tonnellate di verde, per il normale andamento stagionale degli sfalci. Molto positivi sono, invece, i dati di incremento delle raccolte del multimateriale e della frazione organica. Altrettanto positivo il trend della riduzione della produzione di indifferenziato (sacco giallo). Rispetto al maggio si è avuta una riduzione di – 86,32 tonnellate di rifiuto indifferenziato e questo non è un dato stagionale ma sicuramente un segnale positivo. Dobbiamo sempre tenere presente che il progetto, seppure fortemente innovativo, riguarda ancora appena un quinto della popolazione, per cui ogni passo in avanti, anche se può sembrare piccolo da chi vorrebbe andare ben oltre l’attuale, è sicuramente un grosso risultato. Peraltro l’avvio del progetto, seppure formalmente è avvenuto al 2 giugno, di fatto è andato a regime per l’utenza entro la metà del mese, ed alcuni interventi previsti sono ancora in itinere”. Tra questi la  disciplina dei rifiuti portuali, con il coinvolgimento di tutti gli operatori portuali e l’apertura dell’isola ecologica “porto”  a regime da pochi giorni, così come la macchina di gestione dei rifiuti dagli stabilimenti balneari, della raccolta differenziata nelle spiagge libere ed in concessione e delle attività commerciali nel centro. “Oggi possiamo dire che Civitanova Marche in termini di cura del litorale per la gestione della raccolta differenziata in tutti i tratti di spiaggia, sulla passeggiata e sul lungomare è sicuramente all’avanguardia nella Regione e ben oltre – dichiara Silenzi – inoltre la  forte attività di controlli con la polizia urbana ed il personale della società Sintegra,  ha prodotto diverse contestazioni di addebito e sono entrate in funzione le due isole estive videosorvegliate”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X