Il presidente del Kazakistan ospite
del maceratese Ezio Maria Simonelli

IL CASO INTERNAZIONALE - Il commercialista nato a Petriolo dove ha vissuto fino alla fine del liceo, amico di Silvio Berlusconi, è entrato in gioco da protagonista nella vicenda dell’espulsione di Alma e Alua Shalabayeva, moglie e figlia del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov
- caricamento letture
Ezio-Maria-Simonelli-simonelliassociati

Il petriolese Ezio Maria Simonelli

di Perla Rossini

E’ il caso internazionale del momento. Dopo i marò arrestati in India, è scoppiato nei giorni scorsi lo scandalo dell’espulsione di Alma e Alua Shalabayeva, moglie e figlia del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov. Nella caldissima vicenda del momento, è oggi entrato in gioco, in maniera dirompente, anche Ezio Maria Simonelli, commercialista maceratese molto vicino all’ex premier Silvio Berlusconi, coinvolto nella questione perchè proprietario del comprensorio H20 a San Teodoro, nel sud di Olbia. In una delle sue ville avrebbe soggiornato la scorsa settimana, nel bel mezzo del caos, il dittatore kazako Nursultan Nazarbaev. La vacanza del dittatore e la vicinanza di Simonelli a Berlusconi ha fatto immediatamente pensare ad un legame tra l’ex primo ministro e il presidente.
Molti conoscono Ezio Maria Simonelli per le sue cariche alla Bocconi o nelle società del gruppo Fininvest, o ancora come presidente dei revisori dei conti della Lega Calcio e candidato alla presidenza — lo scorso dicembre — da Adriano Galliani, altro suo vecchio amico ma quello che molti non sanno è che il commercialista  è nato a Petriolo dove ha passato la sua vita fino alla fine del liceo scientifico che ha frequentato a Macerata. Poi si è trasferito a Perugia dove si è laureato in economia. Da quel momento è iniziata la sua scalata al successo che lo ha portato a Milano dove è titolare di un importante studio commerciale. Simonelli torna poco a Macerata, dove vive la sorella, moglie del coordinatore del Pd, Paolo Micozzi, ma è ancora in contatto con tanti amici che sente molto spesso. Ora, suo malgrado, è diventato protagonista.
Nonostante Simonelli abbia affermato di non sapere che stava ospitando la massima carica del paese dell’ex Repubblica Sovietica nel suo complesso residenziale, in tutta Italia non si parla d’altro e in particolare l’Unione Sarda riporta con dovizia di particolari il racconto di un blitz di Berlusconi in elicottero per far visita all’amico kazako col quale avrebbe parlato del prelievo e del rimpatrio forzato della moglie e della figlia del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X