Treni tagliati sulla tratta Ancona-Roma, Irene Manzi: “Rischiamo l’isolamento”

La parlamentare maceratese ha presentato un'interrogazione sulla situazione marchigiana, ottenendo risposte poco rassicuranti
- caricamento letture
Irene-Manzi

Irene Manzi

Il Sottosegretario di Stato per le infrastrutture e i trasporti ha risposto all’interrogazione presentata dall’On. Manzi e dall’On. Morani sui gravi disagi per i cittadini della Regione Marche, derivanti dalla soppressione e riclassificazione di treni a media e lunga percorrenza. Nel corso della discussione in Commissione il rappresentante del Governo ha rassicurato le interroganti sulla mancata soppressione della coppia di «Frecciabianca» Roma-Ravenna e viceversa, notizia non scontata – commentano le parlamentari marchigiane – dato che, anche in questo caso, si era ipotizzata a breve una loro possibile cancellazione.

«Meno rassicurante –  spiega Irene Manzi – è invece la parte della risposta relativa ai collegamenti Eurostar, sostituiti con Intercity, nella tratta Ancona – Roma, per i quali il taglio, come giustificato dal Sottosegretario, sarebbe da imputare ad un rapporto costi/ricavi negativo, a causa di una forte diminuzione della frequentazione, con perdite rilevanti per il gestore ferroviario. Anche l’unica ipotesi percorribile, quella di prevedere una connessione a Foligno con l’IC 546, in servizio sulla relazione Roma-Perugia, in partenza alle ore 19.55, avrebbe comunque comportato un incremento di costi per la cui copertura le risorse previste per il finanziamento del contratto di servizio della media e lunga percorrenza risultavano insufficienti».

Stante così le cose, le deputate democratiche si ritengono solo parzialmente soddisfatte della risposta e annunciano che il loro impegno continuerà per tenere alta l’attenzione del Governo e delle autorità competenti su tale annosa questione, nel timore che la Regione Marche e i suoi cittadini rischino di pagare, per carenza di fondi o decisioni aziendali, il prezzo troppo alto dell’isolamento.

«In raccordo con la Regione Marche, ci muoveremo – concludono le parlamentari – per far si che la tratta sia ricompresa definitivamente nel contratto di servizio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X