Poste chiuse il pomeriggio:
Sacchi sollecita l’Amministrazione

MACERATA - Il consigliere comunale del Pdl presenta un odg nel quale invita l'Amministrazione ad intraprendere con immediatezza ogni più idonea iniziativa per scongiurare la chiusura pomeridiana dell’ufficio postale centrale per i mesi di luglio e agosto
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Riccardo Sacchi

Riccardo Sacchi

Dopo le polemiche di questi giorni che hanno accompagnato la decisione della direzione di Poste Italiane di anticipare la chisura alle 13.35  dell’ufficio “Macerata Centro”, l’unico che rimaneva aperto anche nel pomeriggio nel raggio di molti chilometri (leggi l’articolo), il consigliere del Pdl Riccardo Sacchi ha presentato un ordine del giorno in cui invita  “l’amministrazione comunale ad intraprendere con immediatezza ogni più idonea iniziativa per scongiurare la chiusura pomeridiana dell’ufficio postale centrale per i mesi di luglio e agosto. Come noto la decisione assunta dalle Poste ha infatti comportato la chiusura pomeridiana (dopo le 13.35) dell’unico ufficio disponibile nel periodo tra il 4 luglio ed il 31 agosto. In conseguenza di tale decisione, la città di Macerata, e con essa tutto il territorio circostante del capoluogo, per due mesi rimarrà senza un ufficio postale per tutti i pomeriggi. Il consigliere Sacchi sottolinea l’importanza che gli uffici postali abbiano una presenza capillare sul territorio, anche in considerazione della natura di vero e proprio “servizio pubblico” con alta valenza sociale delle prestazioni erogate.

Si legge nel testo dell’ordine del giorno: “Non si può non considerare l’utilità degli sportelli postali, non solo per le numerose attività commerciali e imprenditoriali, ma anche per i numerosi professionisti della zona, e, soprattutto, per i tanti anziani ed invalidi per i quali detto servizio è ancor più essenziale per i più svariati ed immaginabili motivi: riscossione pensione anzianità, vecchiaia, invalidità, pagamento utenze, gestione risparmi, spedizione di posta urgente. Tanto più per una città capoluogo e per il suo “circondario” risulta palese l’importanza dell’apertura di almeno uno sportello anche nelle ore pomeridiane”. L’avviso “affisso” all’entrata dell’ufficio in questione,  che informa del fatto che l’ufficio con apertura pomeridiana più vicino è quello di Civitanova Marche alla distanza cioè di circa 30 chilometri, ha generato ulteriori perplessità, anche in considerazione del fatto che quest’ultimo, a sua volta, rimarrà chiuso nei pomeriggi dal 8 agosto al 31 agosto. Il Consiglio comunale ha in proposito espresso netta contrarietà ed auspica un pronto ripensamento da parte di Poste ed, in ogni caso, un immediato confronto tra i soggetti interessati al fine di giungere ad una positiva soluzione del problema”.

(c. g.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X