Appalto per la pulizia delle strade
Silenzi annuncia querela

Il sindaco Corvatta difende la trasparenza della gara d'appalto: "Il centrodestra mistifica la realtà". L'avvocato di Giulio Silenzi, Eleonora Borroni: "Affermazioni diffamatorie verso il mio assistito"
- caricamento letture
Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta

Il sindaco Tommaso Claudio Corvatta

 

di Laura Boccanera

“Il centrodestra civitanovese mistifica la realtà e cerca di dipingere come scandalose condotte perfettamente legali”.  Durissima la replica del sindaco alle parole della federazione del centrodestra che ieri ha denunciato la presunta assegnazione di una gara d’appalto relativa allo spazzamento e pulizia delle strade ad un esponente del Pd: “E’ davvero singolare che, chi per anni ha assegnato lo stesso appalto con affidamento diretto, contesti una procedura improntata alla massima legalità e trasparenza. Forse, a dare fastidio al centrodestra, è proprio il fatto che per la prima volta, con questa amministrazione, si siano adottate procedure a norma di legge sconosciute in passato – continua il sindaco – in passato, in spregio alla legge, e con oggettivo aggravio di costi, nonché conseguente danno patrimoniale per il Comune, si è provveduto sistematicamente ad affidamenti diretti e reiterate proroghe. Se si fossero rispettate le regole, si sarebbero potuti ottenere risparmi significativi, nell’ordine di circa 50.000 € all’anno, come dimostra l’esito dell’appalto in contestazione e il polverone che hanno sollevato fa crescere i dubbi sui soldi sperperati a colpi di affidamenti diretti e sui rapporti intercorsi con l’affidatario che ne ha beneficiato. L’appalto in questione, peraltro, non è stato ancora aggiudicato e la procedura deve essere ultimata. La gara si sta svolgendo secondo le regole comunitarie, espletata da una commissione di funzionari, organo tecnico sul quale la politica non ha alcuna voce in capitolo. In merito agli aspetti concernenti il personale delle cooperative sociali, nel capitolato è contemplata una clausola che impone alla ditta aggiudicataria di assumere l’80% dei dipendenti del precedente appaltatore, utilizzati nell’espletamento del servizio. L’Amministrazione, dunque, diversamente da quanto si asserisce, ha avuto premura di tutelare la posizione dei lavoratori. Una sensibilità per le problematiche di carattere sociale adottata preservando la legittimità dei provvedimenti e l’osservanza delle norme”.

Il vice sindaco di Civitanova, Giulio Silenzi

Il vice sindaco di Civitanova, Giulio Silenzi

Risponde invece mediante il suo legale, l’avvocato Eleonora Borroni, l’assessore all’ambiente Giulio Silenzi che annuncia querele per diffamazione in merito alla vicenda a tutti i consiglieri della federazione del centrodestra: “di fronte all’ennesimo attacco personale rivolto a Giulio Silenzi da parte dei consiglieri comunali Massimo Mobili, Fabrizio Ciarrapica, Claudio Morresi, Ermanno Carassai, Giovanni Corallini e Sergio Marzetti, della Federazione di Centro Destra – si legge nella nota trasmessa dall’avvocato –  si rende necessario chiarire alcuni aspetti. Innanzitutto, la gara d’appalto ad oggi non e’ ancora conclusa e pertanto è ancora senza aggiudicazione. La stessa, la cui obbligatorietà risulta da disposizioni di legge, si è svolta nel pieno rispetto della normativa comunitaria e le procedure relative alla suddetta gara sono state espletate da un’apposita commissione tecnica che ha lavorato in assoluta autonomia, così come stabilito dalla legge. Pertanto non sussiste nessuna competenza diretta dell’assessore, né c’è mai stato alcun interessamento diretto o indiretto in merito all’espletamento e assegnazione dell’appalto.Le affermazioni dei consiglieri del Centro Destra, invece, con la loro portata allusiva e con gli accostamenti di persone faziosamente posti in essere, ingenerano volutamente un equivoco in merito a tale estraneità e risultano quindi diffamatori nei confronti dell’Assessore Giulio Silenzi. Ho ricevuto pertanto l’incarico di adire le competenti Autorità Giudiziarie al fine di ottenere tutela dell’onorabilità e della reputazione del mio assistito e di chiedere un risarcimento dei danni morali e materiali, derivanti da tali diffamatorie affermazioni e che il mio assistito intende devolvere ai Servizi Sociali”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =