Il Partizan Macerata
conquista il titolo regionale

BASKET CSI - La vittoria contro Porto Recanati permette ai ragazzi di coach Simoni di approdare alla fase interregionale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
I "vecchietti" del Partizan

I “vecchietti” del Partizan

In un annata interlocutoria, senza grandi lampi per il basket maceratese arriva a sorpresa la vittoria dei vecchietti terribili del Partizan che si aggiudicano contro ogni pronostico il titolo di campioni regionali del CSI. Nella finale disputatasi a Tolentino domenica scorsa i maceratesi si sono imposti contro il Lully Porto Recanati per 56-46 al termine di una partita nervosa e certamente non bella dal punto di vista tecnico che ha però premiato la difesa asfissiante dei bianconeri che è riuscita ad annebbiare totalmente le idee dei ragazzi di coach Andreani. La sorpresa maggiore viene del fatto che i porto recanatesi erano praticamente imbattuti, una sola sconfitta al supplementare in stagione, e dalla abissale differenza della carta d’identità delle due squadre coi maceratesi che “vantavano” ben dieci giocatori sui dodici in campo oltre la quarantina di cui la metà già oltre i cinquanta. La cronaca: Partenza su ritmi bassi, ideali per i bianconeri, che sfruttano anche qualche errore di troppo al tiro della lunga distanza degli avversari e chiudono il primo quarto avanti di tre, 12-9, grazie a qualche buona conclusione di Medori L. da sotto canestro. Nel secondo periodo comincia lo stillicidio di proteste, falli tecnici ed antisportivi che sarà purtroppo il leit-motiv dell’intera gara; di questo si avvantaggia il Partizan che riesce a scavare un altro piccolo solco coi tiri liberi e va al riposo sul più 10. Alla ripresa delle ostilità la pressione del Lully si fa più aggressiva e costringe i maceratesi a qualche palla persa di troppo ma la difesa bianconera resta rocciosa ed inattaccabile ed i tentativi di penetrazione vengono inevitabilmente mandati verso i puntuali aiuti a centro area;  in attacco poi ci pensa Simoni con cinque punti in fila a mantenere il vantaggio in doppia cifra al 30’. L’ultimo quarto è una lunga processione tra le due lunette con gli arbitri che per non farsi scappare di mano la gara fischiano ogni minimo contatto, ma nonostante diversi canestri di Cecconi per i porto recanatesi il Partizan mantiene un controllo ferreo su cronometro, gara e punteggio e chiude senza troppi patemi la contesa. Adesso i maceratesi sono attesi della fase interregionale, a Citta di Castello il 7-8-9 giugno, per cercare di produrre l’ennesimo miracolo di questa indimenticabile stagione e strappare il biglietto per le finali nazionali.

LULLY P.TO RECANATI-PARTIZAN MACERATA 46-56 (9-12;17-27;27-37)

LULLY P.TO RECANATI: Gasparrini 2, Pigliacampo 2, Bovari 3, Tonnini, Bedeschi 2, Cecconi 20, Galieni 6, Mandolini 1, Rabuini 3, Andreano 1, Fuselli 6. Allenatore : Lorenzo Andreani.

PARTIZAN MACERATA: Ciccioli 3, Pedone, Medori L. 15, Mattucci, Simoni 5, Magnaterra 6, Pennesi, Benigni 15, Medori G. 3, Formentini, Gentilucci, Rocchetti 9. Allenatore: Marco Simoni.

Arbitri: Tritarelli di Macerata e Bartolacci di Recanati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X