Telecamere abusive per controllare i dipendenti
Denunciati i titolari di due Compro Oro

MACERATA - Scoperta dai carabinieri anche una parrucchieria abusiva, gestita da cittadini cinesi, e trovati tre lavoratori in nero in esercizi commerciali a Piediripa
- caricamento letture

 

telecameraControllavano i loro dipendenti con impianti di videosorveglianza e di controllo a distanza. Per questo i titolari di due  “Compro Oro” sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il mancato rispetto delle norme di tutela dello Statuto dei Lavoratori per l’illecita installazione e messa in uso delle telecamere.
L’irregolarità è stata riscontrata nel corso dell’attività messa in atto dai 
carabinieri della stazione di Macerata nell’ambito dei servizi di contrasto all’esercizio abusivo delle professioni, al lavoro sommerso e illegale.
Questa mattina è stata controllata anche una parrucchieria gestita da cittadini di nazionalità cinese di Macerata, dove veniva esercitata la professione di parrucchiere e acconciatore senza i particolari requisiti obbligatori per l’ottenimento della specifica abilitazione professionale, violazione grave sia per la scorretta concorrenza nei confronti di altri esercenti, ma soprattutto per la tutela della salute pubblica e dei consumatori. Sono stati denunciati per l’esercizio abusivo della professione due cittadini cinesi ed una donna  italiana che seppur abilitata e designata quale direttore tecnico, (non presente al controllo) era consapevole della mancanza dei requisiti necessari per l’attività di parrucchiere da parte del titolare e della dipendente, agevolando e favorendo le prestazione abusive. Da un successivo controllo è emerso che la lavoratrice cinese, non solo non era abilitata alla professione, ma era totalmente in nero. L’attività imprenditoriale è stata perciò sospesa e sarà sanzionata per 5 mila euro.

Ulteriori controlli hanno permesso di identificare altri due lavoratori irregolari in un esercizio commerciale sempre gestito da cittadini cinesi nella zona di Piediripa; anche in questo caso si è disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale che sarà multata per 7 mila euro.

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =