Saldi anticipati a Porto Recanati e Civitanova: controlli e multe per i negozianti

Gli uomini della municipale hanno battuto a tappeto le attività commerciali che non hanno atteso il concordato 5 gennaio per i consueti sconti stagionali
- caricamento letture

 

 

corso-matteotti-porto-recanati2Saldi anticipati fuorilegge ma i vigili intervengono e le multe sono salate.
Non c’è crisi che tenga per gli uomini della municipale di Civitanova e Porto Recanati che negli ultimi dieci giorni hanno battuto a tappeto le attività commerciali delle due città della riviera sanzionando i negozi che già esponeva i cartelli in cui proponevano sconti per invogliare i clienti. Otto multe a Civitanova per i negozianti furbi che pubblicizzavano la loro merce in saldo in vetrina, quattro nei giorni scorsi e altre quattro sanzioni nelle ultime ore, tutte da 1032 euro, per un incasso di 8.256 euro che andrà nelle casse del Comune. I commercianti colpiti, quasi tutti di abbigliamento e di calzature visto che nel civitanovese le due tipologie vanno forte, avrebbero infatti dovuto aspettare come tutti gli altri il 5 gennaio per lanciare i propri sconti. La norma, infatti, permette di poter effettuare pubblicità proponendo merce in saldo solo all’interno dell’esercizio commerciale e non verso l’esterno. Sanzionati, naturalmente, i quattro imprenditori. Un altro negozio di quasi 500 metri quadrati e identificato come esercizio commerciale di media grandezza aveva invece un permesso per esercizio di vicinato, ovvero di 250 metri quadri. Il locale controllato dai vigili, poi, all’interno aveva due ditte riconducibili a due diverse attività, una di scarpe e l’altra di vestiti. La palese infrazione è l’errata autorizzazione rispetto alle dimensioni dell’attività oltre che ai cartelli dei saldi. I due negozi in uno, per ora, sono rimasti aperti ma potrebbero chiudere al termine delle verifiche della municipale sulle autorizzazioni. A queste multe, poi, si aggiungono quelle di minore entità sempre dell’ultima settimana che i vigili civitanovesi hanno inflitto a quattordici concessionarie, bar e ristorantini che avevano esposto abusivamente dei cartelli su dei cavalletti e degli striscioni sui marciapiedi e lungo le strade in cui pubblicizzavano i loro menù e le loro attività. Ai quattordici abusivi, infatti, toccherà una multa di 100 euro per un totale di 1.400 euro.
Multe anche ai commercianti di Porto Recanati per il problema dei saldi. I vigili, infatti, hanno scoperto tre attività del corso Matteotti e delle vie limitrofe coi cartelli che inneggiavano agli sconti prima del termine previsto. Gli uomini della municipale hanno sanzionato un negoziante di calzature con 1032 euro che ha prontamente eliminato dalle vetrine i cartelli ma altri due suoi colleghi saranno multati in questi giorni. Il totale, qui, sarà probabilmente di 3.096 euro. Ben dieci, invece, le multe per infrazioni al codice della strada che gli agenti della municipale portorecanatese hanno riscontrato che si aggiungono alle 44 a partire dal mese di settembre fino ai primi dieci giorni di novembre su un totale di 336 controlli effettuati. Nei mesi immediatamente successivi all’estate, infatti, i vigili avevano fatto un’azione di disturbo nella zona sud di Porto Recanati, tra viale Europa e via Salvo d’Acquisto, piazzando posti di blocco proprio davanti il condominio River Village per scoraggiare i clienti delle lucciole. Di qui i 12 veicoli controllati dal 1 al 10 novembre con 2 sanzioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta dei bambini, le 68 auto sottoposte a controllo a ottobre e le 8 multe per lo stesso motivo ma anche per la mancanza di documenti per la circolazione o per l’omessa revisione o l’efficienza dei veicoli, e le 256 auto fermate a settembre di cui 34 multate pure per il mancato rispetto della segnaletica. Poi l’ordinanza del 13 novembre per il decoro e la sicurezza della circolazione e l’incolumità dei pedoni firmata dal sindaco Rosalba Ubaldi, col divieto di fermata, pena una multa di 300 euro sia all’automobilista che alla prostituta. I controlli dei vigili, quindi, sono cambiati: gli agenti hanno aumentato i passaggi in quella strada senza però fare posti di blocco.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X