Maceratese all’esame Jesina
Negro: “Siamo carichi e pronti”

SERIE D - L'attaccante ha disputato una stagione e mezza con la casacca dei leoncelli, siglando 22 reti. Domenica potrebbe partire titolare vista l'assenza di Orta. In città sale l'entusiasmo dei tifosi. Diretta live su CM
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Negro-Giuseppe

Giuseppe Negro in azione

di Filippo Ciccarelli

(Foto di Lucrezia Benfatto)

La Maceratese è pronta a scendere in campo, dopo il forzato riposo con l’Astrea a causa della neve che ha fatto saltare il match casalingo coi laziali, sul difficile campo di Jesi. Al Carotti, tana dei leoncelli, solo l’Amiternina è riuscita a passare, peraltro con un rocambolesco 2-3. Il derby tra biancorossi sarà seguito da molti tifosi maceratesi, che hanno allestito diversi pullman per la trasferta (leggi l’articolo) e la cronaca sarà pubblicata in diretta su CM, con collegamento alle 14.15, un quarto d’ora prima del fischio d’inizio. Nella Maceratese (che ha ceduto il centrocampista Ciucci al Trodica in Promozione ed ha contestualmente richiamato alla base il portiere Ortenzi dopo l’esperienza al Sirolo Numana) i riflettori sono puntati sull’ex Giuseppe Negro, che verosimilmente verrà schierato titolare in attacco in uno stadio che lo ha applaudito molte volte nelle ultime stagioni.

Come vive un ex come lei la partita con la Jesina?
“La vivo sicuramente in modo particolare. Sono stato a Jesi un anno e mezzo, segnando 22 gol. Quello stadio mi ha esaltato per diverse partite, sarà un incontro molto importante per la squadra. Non abbiamo giocato in settimana, ma siamo già pronti e carichi per ripartire e continuare come stiamo facendo”.

Giuseppe-NegroCome giudica la sua stagione fino a questo momento?
“Sono partito abbastanza bene, poi la squadra ha avuto un piccolo calo di tono, il mister ha fatto le sue scelte e io le accetto sempre, perché siamo tutti in discussione partita dopo partita. Ora Orta, Melchiorri e Piergalini stanno facendo benissimo per cui è difficile rientrare, ma io sento la fiducia di tutti e sono tranquillo. Domenica? Spero di giocare, mi sto allenando benissimo, potrebbe essere una grandissima occasione per me ma la rosa che scenderà in campo verrà comunicata più avanti”.

Qual è, tra quelle disputate finora, una partita che vorrebbe rigiocare?
“Ce ne sono un paio. Se  avessimo incontrato oggi la Samb, il risultato sarebbe diverso, secondo me. Ora siamo più rodati, e poi sono arrivati due come Luisi e Segarelli che ci hanno dato molta qualità. A Fidene abbiamo perso 3-0 disputando una partita orribile, contro una squadra assolutamente alla nostra portata”.

A proposito di Segarelli: ha giocato parte della ripresa contro l’Angolana a Città Sant’Angelo, ma lei che lo vede costantemente in allenamento può dirci che giocatore è ?
“Gianluca è un centrocampista molto forte, io dico che è un motorino perché lo si trova dappertutto. Non si discute come giocatore, penso che per lui parli il curriculum. Si sta inserendo e crescerà sempre di più”.

L’Ancona, una delle pretendenti per la vittoria finale, sta smobilitando ed ha mandato via giocatori come Alvino, Torta, Traini, Olcese e pure Ambrosini è sul piede di partenza. Punterà ancora al salto di categoria?
“E’ sicuramente una delle squadre più quotate insieme alla Sambenedettese. E’ una piazza che ha fatto la A e la B, importante e delicata: fa parte del gioco che, quando le cose non vanno bene, ci sia la rivoluzione, e quindi tanti cambi come quelli delle ultime ore”.

Sorpreso dalla prima in classifica?
“Il San Cesareo non lo conoscevo, è una squadra laziale che viene dall’Eccellenza. Gioco nel girone F da quattro anni e non l’avevo mai incontrata. A Macerata ha dimostrato il suo valore, noi abbiamo trovato in giornata Federico che ha risolto la partita, ma sono davvero un’ottima squadra. E l’hanno dimostrato ad Ancona, vincendo 2-4 dopo essere finiti sotto di due reti…”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X