Più Sambucheto che Real Citanò
ma alla fine il pari accontenta tutti

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN TERZA - Succede tutto nel finale di primo tempo: Marzocco risponde a Ruani e le due squadre rimangono appaiate a quota 10 in classifica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
SAMBUCHETO

La formazione del Sambucheto al completo

di Luigi Labombarda

In uno degli anticipi del girone H di Terza categoria, finisce 1-1 tra Real Citanò e Sambucheto e così le due squadre restano appaiate a quota 10 punti. Si tratta del primo pareggio stagionale per gli uomini di mister Romagnoli, che però hanno tanto da rammaricarsi per aver gettato alle ortiche la vittoria nell’unica vera disattenzione difensiva. Il Real Citanò è apparso confusionario ed impreciso negli ultimi sedici metri, ringrazia per il regalo degli ospiti e incassa un punto prezioso. Per quello che si è visto in campo, la classifica è comunque bugiarda: i punti sono gli stessi ma tra le due squadre c’è un netto divario a favore del Sambucheto.

LA CRONACANegli ospiti spicca l’assenza del bomber Damiani (al pari di Lorenzetti e Lavalle) ma nonostante un organico decimato domina la partita per tutti i novanta minuti. Il portiere civitanovese Quintabà compie due prodigiosi interventi all’11’ e al 15’, respingendo due calci di punizione dal limite dell’area di Leonardi e Fetaj, poi al 25’ si vede Esposito dalle parti di Carancini il quale è bravo ad uscire dall’area piccola e chiudere lo specchio della porta. Al 36’ Ruani scatta a sinistra, detta il triangolo a Leonardi che mette la palla in profondità, Ruani si sovrappone e penetra in area, beffando Quintabà per il gol del vantaggio. Il pareggio arriva dopo tre minuti: errato disimpegno di Carancini, Severini non riesce ad allontanare la sfera, la raccoglie capitan Marzocco che da fuori infila a porta sguarnita l’1-1. Nella ripresa continua il predominio del Sambucheto, con Leonardi che colpisce il palo al 48’. Fetaj è pericoloso in due occasioni, al 63’ su punizione parata da Quintabà e al 73’ con una conclusione da fuori area, dopo una azione personale, che sfiora la traversa. Il Real Citanò gioca un secondo tempo migliore rispetto al primo ma il maggior furore agonistico non basta ad impensierire la retroguardia ospite, con tanti errori in fase d’attacco; così il risultato non cambia.

IL MIGLIORE: Carlo Leonardi (Sambucheto). Mister Romagnoli lo riporta nel suo ruolo naturale di esterno di centrocampo e Leonardi lo ripaga con la migliore prestazione stagionale: tutte le azioni più pericolose passano dai suoi piedi, compresa quella del gol, e solo un bravo Quintabà e il palo gli negano la gioia della realizzazione personale.

IL TABELLINO:
REAL CITANO’: Quintabà 7, Bigoni P. 5,5 (dal 72’ Colucci sv), Luciani 5,5 (dal 59’ Verdecchia 5), Curletta 6, Lampa 6, Bigoni M. 5 (dal 44’ Capozucca 5,5), Elisei 5,5, Marrocco 6, Fornari 5,5, Marzocco 6, Esposito 6. A disp. Maroni, Serantoni, Grassetti. All. Emili.
ACM SAMBUCHETO: Carancini 5,5, Mengoni 5,5, Ruani 6,5, Ghergo 6 (dal 77’ Bajrami sv), Beccacece 6, Severini 5,5, Gjeci 6 (dall’81’ Montironi sv), Fetaj 6,5, Pietrella 6,5, Bozzuto 6 (dall’89’ Sdrubolini sv), Leonardi 7 (dall’89’ Paccamiccio sv). A disp. Savoretti, Bracalenti, Capitani. All. Romagnoli.
ARBITRO: Grisei di Macerata
RETI: 36’ Ruani (S), 39’ Marzocco (RC)
NOTE: angoli 6-5. Ammoniti Fornari, Verdecchia (Real Citanò), Mengoni, Beccacece, Gjeci e Pietrella (Sambucheto). Recuperi 0’p.t. – 4’s.t.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X