Nuova ondata di furti
Ladri in azione in tutta la provincia

La Volante della Polizia è intervenuta questa notte in cinque appartamenti tra Macerata e Piediripa. Erano già state colpite la notte precedente abitazioni a Treia, Mogliano, Petriolo e Monte San Giusto
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

furto-casadi Alessandra Pierini

I ladri, in particolare topi d’appartamento, si sono scatenati in questi giorni di festa, su tutto il territorio provinciale. Nella notte appena trascorsa, infatti, la Volante della Polizia di Macerata ha eseguito ben cinque sopralluoghi di furto in abitazione, in tre casi nella frazione di Piediripa e in altri due casi nel capoluogo. Dagli appartamenti colpiti i malviventi hanno asportato soldi in contanti, monili in oro e anche un computer. Nessuno ha visto niente quindi non ci sono al momento elementi che possano permettere di risalire agli autori dei reati. Restano i segni dell’effrazione che potrebbero essere utili per raccogliere qualche informazione.
Anche la serata precedente era stata segnata da una serie di furti in appartamento con bottini di piccola entità. I ladri avevano colpito su una vasta superficie territoriale compresa tra Treia, Mogliano, Petriolo e Monte San Giusto.
Le forze dell’ordine stanno indagando per capire se si tratta di un’unica banda che ha preso di mira la zona, ipotesi molto probabile visto il modo di agire che si è ripetuto in molti casi tale e quale. I Carabinieri di Ancona, tra l’altro, nei giorni scorsi, hanno arrestato tre banditi che all’inizio della settimana avevano colpito a casa del medico legale Giuliano Tombesi a Pollenza. La banda, composta da tre albanesi viaggiava a bordo di un’Audi, una delle due rubate a casa del dottore. I Carabinieri non escludono che i tre siano legati ad altri eventi criminosi registrati in provincia di Macerata e nell’Anconetano: Albetrio Markaj, 26 anni, Elton Hoti, 29 (entrambi senza permesso di soggiorno) e Aurel Leka, di 21 anni, residente a Milano sono stati catturati dopo un lungo inseguimento e si trovano ora in carcere Evidentemente però molti altri specialisti sono ancora in circolazione e continuano a colpire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X