San Severino: vandali nei bagni dei giardini pubblici

I danni ammontano a diverse centinaia di euro
- caricamento letture

Vandali

 

Vandali1-300x225I vandali sono tornati in azione ed hanno seminato distruzione all’interno dei bagni dei giardini pubblici “Giuseppe Coletti”, in viale Matteotti. Dopo aver divelto una pesante porta in ferro, che è stata scaraventata all’esterno e poi addirittura “appesa” ad una recinzione metallica, ignoti hanno anche distrutto un lavandino e realizzato diverse scritte offensive sui muri con della vernice spray. I danni ammontano a diverse centinaia di euro.
“Non è la prima volta che i bagni pubblici di viale Matteotti vengono presi di mira da chi si diverte a distruggere tutto – commenta amareggiato l’assessore comunale alle Manutenzioni, Giampaolo Muzio – Mi chiedo che gusto ci provino e, soprattutto, il perché di certe azioni che finiscono per essere pericolose anche per chi le realizza. Appendere una porta in ferro ad una recinzione richiede un certo sforzo fisico che non può certo essere messo in atto da una sola persona. Mi auguro che questa volta gli autori del gesto non la passino liscia anche se è sempre molto difficile sorprendere i responsabili di certe azioni. Di certo meriterebbero di essere affidati per un buon recupero della propria coscienza civica ai servizi sociali”.
Più volte sia i bagni che i giardini pubblici “Giuseppe Coletti” di viale Matteotti sono stati fatti oggetto delle attenzioni dei vandali. Nei mesi scorsi ignoti avevano addirittura lanciato una bicicletta all’interno della fontana centrale distruggendo  i cestini per la raccolta dei rifiuti, siepi ed altro.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X