Falso cieco giocava a videopoker
Una truffa da 20.000 euro

La Guardia di Finanza di Macerata ha più volte sorpreso e filmato il 53enne di Caldarola, mentre giocava alle “slot machine”, ma anche mentre passeggiava per strada per le vie del paese e osservava le vetrine di alcuni negozi. Scattata la denuncia per truffa aggravata ai danni dell’INPS. Percepiti indebitamente, dal 2009, circa 20.000 euro.
- caricamento letture

falco-cieco-00

 

falco-cieco-1-300x168

Prosegue la lotta delle Fiamme Gialle all’ “Italia dei falsi invalidi”. Questa volta, ad essere incappato nelle indagini della Guardia di Finanza di Macerata è stato un uomo di 53 anni residente a Caldarola (P.S. le sue iniziali) che, a partire dal 2009, è  riuscito a fingersi cieco, con un residuo visivo che non gli avrebbe permesso nemmeno lo svolgimento delle più elementari attività quotidiane, godendo indebitamente di pensione di invalidità civile.

falco-cieco-2-300x168Il finto cieco che vive con la madre e conduce una vita molto tranquilla è stato però tradito dalla sua passione per i videopoker. I numerosi appostamenti e pedinamenti fatti dai finanzieri di Macerata, hanno permesso di evidenziare dei comportamenti incompatibili con la grave patologia della “cecità”, certificata dalla Commissione Medica competente. Ed accertare la simulazione dello stato di infermità dell’uomo, risultato in grado di badare alle attività della propria vita quotidiana in completa autonomia e senza alcun tipo di ausilio.  L’uomo è stato infatti ripreso dai finanzieri con video e fotocamere, con le quali è stato immortalato non solo a giocare ai videopoker, ma anche ad attraversare agevolmente strade trafficate, destreggiarsi tra le auto in sosta ed evitare ostacoli quali marciapiedi e siepi, prelevare soldi al bancomat, sistemare minuterie di una canna da pesca ed ammirare gli oggetti in vendita nelle vetrine di negozi di telefonia.  Proseguono le indagini e gli approfondimenti sotto la direzione della Procura della Repubblica di Macerata, sia per confermare l’assenza della patologia riportata sulle certificazioni rilasciate nel tempo dai medici specialisti, sia per accertare eventuali responsabilità di altre persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X