Centrale dello spaccio a Porto Recanati
Sequestrato un appartamento

La polizia arresta due extracomunitari dediti allo smercio di sostanze stupefacenti. Confiscate dosi di cocaina, eroina, 1.400 euro in contanti e materiale per il confezionamento della droga
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

poliziadi Filippo Ciccarelli

Continua incessante il contrasto delle forze dell’ordine allo spaccio degli stupefacenti: ancora una volta i controlli si concentrano sulla costa e sulla città di Porto Recanati, dove nelle ultime settimane sono stati fermati ed arrestati numerosi spacciatori e clandestini.
Questa volta le manette sono scattate ai polsi di W.S.B., tunisino, clandestino senza fissa dimora e già colto da provvedimenti di espulsione, e A.P., albanese privo del permesso di soggiorno. I due cittadini extracomunitari, entrambi 25enni, sono stati sorpresi dagli agenti della polizia all’interno di un appartamento a Porto Recanati, già al centro di altre indagini da parte degli investigatori: in loro possesso venti dosi già confezionate di eroina e cocaina, 1.400 euro in contanti, un bilancino di precisione, numerosi dischetti di plastica per il confezionamento delle bustine. Il tunisino, già conosciuto dalle forze dell’ordine per reati in materia di spaccio, era stato espulso lo scorso marzo dal Prefetto di Macerata: ora si trova, insieme all’altro arrestato di nazionalità albanese, in carcere a Montacuto. L’appartamento occupato dai due è stato preventivamente sequestrato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X