Bilancio e rimescolamento delle deleghe:
le grandi manovre di Carancini

MACERATA - Nessuna sorpresa eclatante nella ricomposizione della squadra. Per far quadrare i conti, invece, si sta valutando l'ipotesi di alienare l'ostello Ricci
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
giunta-carancini

La Giunta Carancini nominata il 30 aprile del 2010. Da sinistra: Marco Blunno (Pd), Stefania Monteverde (Sinistra per Macerata), Irene Manzi (Pd), Federica Curzi (Pensare Macerata), Luciano Pantanetti (Federazione della Sinistra), il sindaco Romano Carancini (Pd), Enzo Valentini (Verdi) e Alferio Canesin (Pd). Successivamente è stato nominato Ubaldo Urbani (Idv)

 

di Alessandra Pierini

Grandi manovre nel Palazzo comunale di Macerata. Sono due le questioni che crucciano il sindaco Romano Carancini che la prossima settimana provvederà al più volte annunciato  rimescolamento delle deleghe degli assessori proprio mentre si sta lavorando alla stesura di un bilancio molto impegnativo per la scarsità di risorse a disposizione. 

Per quanto riguarda il rimpasto, non ci saranno probabilmente sconvolgimenti eclatanti: il primo cittadino come più volte annunciato rinuncerà alla delega all’Urbanistica in favore di Luciano Pantanetti (Federazione della Sinistra), il quale passerà i Lavori Pubblici al collega Ubaldo Urbani (Idv). La delega ai Vigili Urbani, finora assegnata ad Urbani, sarà invece affidata a Marco Blunno(Pd), il quale si occupa già di bilancio. Enzo Valentini (Verdi) cederà le Attività Produttive a Federica Curzi (Pensare Macerata), la quale sarà investita anche della delega alla Scuola, finora in carico a Stefania Monteverde (Sinistra per Macerata). Invariate le competenze del vice sindaco Irene Manzi  e di Alferio Canesin, entrambi del Pd. Il rimpasto introdurrà anche altre novità con deleghe specifiche a due consiglieri del Pd: Romeo Renis per la sicurezza e Ulderico Orazi per i Gemellaggi, settore in cui opera attivamente già dall’amministrazione Meschini. Nessuna sorpresa in vista quindi sul piano della suddivisione ma un grosso punto interrogativo sul futuro del Sindaco: basterà il rimpasto ad evitare o superare la verifica di metà mandato che, iniziata lo scorso settembre e mai definitivamente conclusa, continua a pendere come una spada di Damocle sulla testa del primo cittadino?

blunno_carancini

L'assessore Blunno e il sindaco Carancini

Certo è che i rapporti con la maggioranza sono tutt’altro che idilliaci e la tensione è ormai una costante di sedute di Commissioni e Consigli. Le diatribe, reali o solo apparenti, tra Romano Carancini e i gruppi consigliari, in particolare il Pd, comunque non sono una buona motivazione per tenere in ostaggio Macerata che, in un momento così complicato, rischia di spegnersi e di perdere la rotta verso la ripresa.
I confronti più utili in questo momento sarebbero, non di tipo politico, ma di carattere squisitamente tecnico. Come già annunciato più volte dall’assessore Blunno, il bilancio 2012 sarà di lacrime e sangue e la Giunta, impegnata a far quadrare i conti sta valutando delle soluzioni destinate senz’altro a far discutere. Tra queste la possibile alienazione dell’Ostello Ricci. Proprio in questi giorni la struttura è stata data in gestione, dopo un bando di affidamento al quale hanno partecipato anche l’Arci provinciale e la cooperativa Zanzibar di Ancona, alla  cooperativa sociale La Meridiana, la quale dovrà invece lasciare la gestione dei servizi di accoglienza a Palazzo Buonaccorsi alle quattro cooperative dell’Ascolano, aggiudicatarie del bando di gara relativo ai servizi turistici. La Giunta però sta valutando la possibilità di vendere l’Ostello Ricci, di proprietà comunale, proprio per reperire fondi da investire.
In una situazione così grave, dovrebbe essere naturale, anche per i nostri politici, domandarsi se è il caso di continuare il gioco di mettere il Sindaco in minoranza, dandogli così l’alibi per la mancanza di scelte e se non sarebbe invece più giusto unire le forze sotto il romantico motto  di Dumas “Uno per tutti e tutti per uno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X