La Corplast chiude con un ko ininfluente
la magica stagione del ritorno in C

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Tentella-Jenny

Jenny Tentella

La Corplast stacca la spina. E’ terminata con un’ininfluente sconfitta la stagione agonistica 2011-2012 del sestetto femminile di Corridonia, un’annata che rimarrà indimenticabile per la meritatissima promozione in serie C e magari anche per l’incredibile serie di 20 successi di fila. La bandiera a scacchi è sventolata a Petritoli e proprio quella Folly Volley che per primo aveva violato l’imbattibilità del team di coach Concetti, ha inferto alla Corplast la quarta sconfitta del campionato. Una partita che chiaramente non aveva più significati per le ospiti già in festa da due settimane e per di più la Corplast si presentava priva per infortunio della schiacciatrice Cardelli e senza l’alzatrice Zamponi perché chiamata a ricoprire un ruolo particolare..di testimone di nozze. Insomma le maggiori motivazioni di Petritoli hanno spinto le locali al 3-0 che però non è servito ugualmente per accedere ai playoff dove invece sono entrate altre due compagini del maceratese: Tolentino e Treia. Petritoli rimarrà nelle statistiche come l’unica formazione ad aver sconfitto 2 volte Corridonia: una bestia nera. Anche per questo appaiono incomprensibili oltre che infondate, le critiche di scarso impegno che la Corplast ha ricevuto da altre compagini del girone. Rivali che tra l’altro non avrebbero tratto vantaggi dall’eventuale successo corridoniense proprio a causa dei loro risultati. I numeri conclusivi della Corplast nella serie D 2011-2012: 66 punti totali in 26 incontri, 22 set vinti e appena 4 persi. Nel frattempo domani (sabato) iniziano i playoff per la squadra maschile in Prima Divisione. Giunti secondi dietro Caldarola, i ragazzi di Agnani scendono in campo per gara 1 a Montalbano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X