Teuco: ancora un incontro tra azienda e sindacati

MONTELUPONE - Si rischia la mobilità per 153 dipendenti
- caricamento letture
147_foto_teuco_co_env-300x199

Lo stabilimento Teuco di Montelupone

Nuovo incontro questa mattina tra i rappresentanti della Teuco e le sigle sindacali riuniti per proseguire la trattativa volta a raggiungere un accordo entro il termine ultimo stabilito dalla legge. L’azienda monteluponese aveva comunicato lo scorso marzo la volontà di aprire la procedura di mobilità per 153 dei suoi 348 addetti allo stabilimento di Recanati (leggi l’articolo). «Abbiamo chiesto all’azienda – spiega Sonia Paoloni, portavoce di Cgil e Cisl- di proseguire per un anno con gli ammortizzatori sociali e di gestire gli esuberi in maniera spontanea. L’azienda valuterà nei prossimi giorni se ci sono le condizioni  e ci darà una risposta nel prossimo incontro fissato per il 12 aprile.

«L’azienda ha confermato il numero degli esuberi che aveva anticipato in precedenza, 153 in tutto ma vuole discutere con i sindacati soluzioni alternative e comunque è in un fase di riorganizzazione che mira a mantenere la produzione nella realtà marchigiana».  E’ quanto dichiara Andrea Quaglietti, segreterio regionale Marche dell’Unione sindacale di Base, che questa mattina ha partecipato all’incontro fra i rappresentanti della Teuco Guzzini e i delegati sindacali. «Noi e i sindacati confederali – spiega il coordinatore USB – abbiamo chiesto alla Teuco di prorogare la cassa integrazione per un anno, trovando nel frattempo soluzioni che possano favorire una ripresa delle attività industriali e dell’occupazione, anche in Italia. L’azienda ha chiarito che non pensa ad andare all’estero e progetta nuovi investimenti nelle Marche, e tutto ciò rappresenta un ottima premessa per portare avanti un confronto aperto. Anche per questo – prosegue Quaglietti – in alternativa alla mobilità annunciata per 153 addetti si possono discutere e valutare percorsi diversi e meno drastici, che insieme alla Cig per esempio favoriscano incentivi all’esodo di quelle persone che hanno già goduto della cassa negli anni scorsi e magari hanno trovato nuova collocazione. L’Usb è comunque disposto a dialogare nella massima apertura con la Teuco Guzzini».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X