La Banca della Provincia di Macerata
cresce e si radica nel territorio

Presentato un nuovo conto corrente gratuito con copertura assicurativa e fido e annunciata l'apertura di nuovi "Punto Servizi" a Piediripa, Recanati, Camerino e Sarnano
- caricamento letture
bprm

Il direttore generale Ferdinando Cavallini e presidente Loris Tartuferi

 

 

di Roberto Scorcella

La Banca della Provincia di Macerata chiude il 2011 con un utile ante imposte di 920mila euro. Un risultato straordinario, in netta controtendenza rispetto all’andamento generale dell’economia, ancor più se rapportato al risultato negativo con cui si era chiuso il 2010. La soddisfazione si legge non solo nelle parole del presidente, Loris Tartuferi, e del direttore generale, Ferdinando Cavallini, ma anche nei loro occhi. La Banca della Provincia di Macerata si conferma sempre più radicata sul territorio grazie all’aumento anche dei rapporti che passano da 11819 nel 2010 a 13286 nel 2011. Inoltre,  è stata l’unica banca nel territorio che non ha applicato alla propria clientela condizioni peggiorative nel secondo semestre del 2011 e una delle poche che non ha fatto mancare la necessaria liquidità alle imprese meritevoli già clienti. Infine, nell’anno, l’organico è aumentato di 6 elementi e tre rapporti di lavoro iniziati nel 2010 a tempo determinato sono stati trasformati a tempo indeterminato.

“Oggi che qualche altra banca sta proponendo prodotti con caratteristiche simili al Conto Asso” ha detto Cavallini “abbiamo pensato a qualcosa di ancora più conveniente: il Conto ASSOpiù. Un vero conto corrente totalmente gratuito, anche nei bolli, con in più una copertura assicurativa per perdita involontaria di impiego o ricovero ospedaliero (per i pensionati) più invalidità permanente. Ancora, su richiesta dell’interessato, il correntista può ottenere un fido di 1.000 euro, previa istruttoria semplificata, al tasso fisso del 7%. Il nuovo Conto ASSOpiù, riservato a chi canalizza nel conto il proprio stipendio o la pensione, è una prova tangibile del sostegno della Banca della Provincia di Macerata alle famiglie del nostro territorio. E’ la sintesi di come la Banca della Provincia di Macerata intende il modo di fare banca: risolvere i problemi dei suoi clienti”.

In arrivo anche i nuovissimi “Punto Servizi” delle filiali tecnologiche dove sarà possibile fare ogni tipo di operazione e avere il supporto di un consulente finanziario. “I BPrM Punto Servizi” ha aggiunto Cavallini “sono il nuovo modo con il quale la Banca della Provincia di Macerata si propone al territorio. Sono Punti ad alto contenuto tecnologico e professionale. Nei BPrM Punto Servizi sarannodisponibili servizi bancari con bancomat evoluti (dove sarà possibile effettuare prelevamenti, versamenti, assegni circolari, bonifici ecc.), servizi finanziari e assicurativi con l’assistenza dei nostri promotori finanziari, servizi innovativi di varia natura. I BPrM Punto Servizi si insedieranno in piazze rilevanti che sono state individuate in Piediripa (l’apertura avverrà entro il mese di aprile, n.d.r.), Recanati, Camerino e Sarnano. Piediripa aprirà già nel corrente mese di aprile, le altre a seguire. Saranno altresì il tramite perché la clientela possa soddisfare ogni esigenza presso le filiali della banca”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X