“Basta permessi di soggiorno”:
blitz di Forza Nuova
all’Ufficio Immigrazione

Nel mirino in particolare l'Hotel House di Porto Recanati
- caricamento letture

Flyer1-300x225

Stamattina un manipolo di militanti forzanovisti ha affisso uno striscione con scritto “Basta permessi di soggiorno” davanti l’Ufficio Immigrazione, tappezzando l’ingresso di volantini “contro le politiche buoniste e permissive che regolano i flussi migratori nella nostra Provincia”. “Negli ultimi tempi” afferma Tommaso Golini, coordinatore provinciale di Forza Nuova “stiamo assistendo ad una vero e proprio boom dell’immigrazione, che solo nel 2009 è cresciuta dell’11,1% rispetto agli anni precedenti.

Una cifra spropositata, calcolando che non tiene conto della percentuale di clandestini, che rappresentano una buona fetta dell’immigrazione extracomunitaria. Emblematico il caso del comune di Porto Recanati, dove gli stranieri raggiungono addirittura il 35% degli abitanti. L’immigrazione sta velocemente sfigurando e snaturando il volto delle città e dell’Italia intera, tracciando i solchi di ghetti etnici e di zone off limits per chiunque sia italiano, intere zone dove i nostri concittadini sono abbandonati a loro stessi, privi di qualsiasi tutela da parte dello Stato e costretti a convivere in uno stato di perenne paura.

Striscione1-300x225

L’Hotel House, struttura immobiliare dove spaccio, prostituzione, micro e macro criminalità sono all’ordine dell’ora non più del giorno, ne è un chiaro esempio. L’unico modo per contrastare il degrado consiste nel porre un freno irremovibile e deciso non solo all’immigrazione clandestina, ma anche a quella regolare extracomunitaria. Per questo motivo Forza Nuova chiede il blocco immediato del rilascio dei permessi di soggiorno e annuncia l’inizio di attività militanti volte alla difesa e alla tutela dei cittadini”.

Nopermessidisoggiorno



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X