Lube qualificata agli Ottavi
Lamia battuto nettamente 3-0

CHALLENGE CUP - Partita mai in discussione. Ora sotto con gli israeliani del Maccabi Tel Aviv
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Lube-Lamia-2-300x300

Un attacco di Cristian Savani

di Andrea Busiello

Dinanzi ad una desolante cornice di pubblico (ad essere larghi massimo 300 spettatori, sicuramente anche a causa della neve) la Lube conquista la qualificazione agli Ottavi di finale della Challenge Cup dopo il successo per 3-0 (25-14, 25-18, 25-16) contro i modesti greci del Lamia. Non era della gara Stankovic, fermato dall’influenza. Primo set che è un dominio assoluto dei biancorossi che vedono schierare nel sestetto di partenza il rientrante Martino. La delizia di Vermiglio vale il 6-4 prima che Savani fissi il punteggio sull’11-6; non c’è partita, Omrcen realizza l’ace del 17-9 prima dell’attacco vincente di Martino che vale il 21-11. Komel batte out ed il set termina 25-14. Anche nel secondo set non c’è storia dal primo all’ultimo pallone: l’ace di Vadeleux vale il 5-3, le pipe di Savani valgono rispettivamente prima l’11-5 e poi il 14-8. Il Lamia è davvero poca cosa ed allora ci pensa Martino a chiudere il set 25-18. Lube ad un set dagli Ottavi di finale. Nel terzo set coach Berruto dà spazio anche alla diagonale di riserva (Marchiani-Van Walle) ed i risultati sono buoni. Lo stesso Marchiani firma l’ace del 7-6 prima che i biancorossi dilaghino con il muro di Vadeleux (13-7) e gli attacchi di Savani (16-9 e 19-10). Il set si chiude 25-16 con l’attacco in primo tempo di Podrascanin. Appuntamento al Fontescodella tra il 4-5 o 6 gennaio per la gara d’andata contro i modesti israeliani del Maccabi Tel Aviv.

Lube-Lamia-1-300x300

Il muro dei biancorossi

LE PAGELLE DI LUBE-LAMIA

SAVANI: 7 Prova positiva in tutti i fondamentali. Anche un muro ed un ace per lui.

PAPARONI: 6.5 Pressochè un allenamento per lui. Non commette errori e difende alcune palle quasi impossibili.

VERMIGLIO: 7 Per lui in cabina di regia tutto facile oggi. L’avversario era poca roba ma la sua prova è stata sempre su livelli decisamente alti.

MARCHIANI: 6.5 Gioca tutto il terzo set con una discreta facilità nella distribuzione del gioco. Anche un ace a referto per lui. Bravo Berruto nel metterlo in campo nel momento opportuno.

MARTINO: 9 Il migliore in campo. Tornava da un infortunio ed è stato quasi perfetto. 77% di positività in attacco ed un 85% di positività in ricezione devastante.

VADELEUX: 8 Chiamato in causa al posto dell’influenzato Stankovic risponde alla grande, 11 punti per lui frutto anche di due ace e due muri. Confortante il 78% in attacco.

VAN WALLE: 6 Il meno positivo di tutti. Solo 29% in attacco.

CACCHIARELLI: sv.

OMRCEN: 6.5 Si limita a bombardare gli avversari con il suo servizio prima di lasciare spazio a Van Walle.

PODRASCANIN: 7.5 Altra prova più che confortante del centrale serbo. Anche due ace per lui.

Lube-Lamia-3-192x300

Un attacco di Matteo Martino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X