La Fermana vince 1-0 a Corridonia
Mister Ciarlantini:
“Nulla da rimproverare ai miei”

ECCELLENZA - Decide la rete di Paris al 31' della ripresa
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giovanni-Ciarlantini-tecnico-del-Corridonia

Giovanni Ciarlantini tecnico del Corridonia

di Enrico Scoppa
Seconda sconfitta in tre giorni per il Corridonia di mister Ciarlantini. Un doppio stop che non ci voleva ma che non fiacca la voglia di una squadra di farsi avanti e di provare sempre a vincere come vuole il suo tecnico il quale nonostante la sconfitta ha trovato il modo di elogiare non solo la squadra ma anche il suo pubblico. Mai vista tanta gente al Martini negli ultimi tempi e soprattutto tanto entusiasmo intorno ad una squadra che se fosse finito il campionato per l’occasione avrebbe un posto assicurato nel play-off. La Fermana è passata a Corridonia capitalizzando il gol firmato da Paris a ripresa inoltrata. Al 4’ subisce fallo Rosi, sulla corsia di sinistra all’altezza dell’area di rigore, calcia la punizione il giocatore brasiliano, blocca in presa alta Castorani. Sull’asse Rosi-Taglioni-Pandolfi, 6’, il Corridonia insiste, bello il diagonale che impegna Castorani. La Fermana con Ekanj dalla destra,10’, cerca la porta ma il pallone finisce sul fondo. Marasca ci prova al 17’, para a terra Castorani. Al 28’ Rosi cerca la via della rete, pallone che finisce sul fondo dopo aver attraversato tutto lo specchio della porta. La prima frazione di gioco si conclude con l’ennesima punzione affidata a Rosi ma non ha successo.Verticalizza la Fermana con Ekanj, 43’. Bello il fraseggio Rosi-Marasca, 45’, tiro dell’ex tolentinate ed in presa alta Castorani non sbaglia. Il tempo si chiude, 46’, con un tiro di Rosi che fa pensare al gol. Pallone che accarezza il montante e finisce sul fondo. Nella ripresa, con il passare dei minuti, Fermana sempre più convinta di poter mettere in atto il colpaccio. Al 19’, calcia una punizione dalla distanza Paris, Franzese è attento e sventa la minaccia. Dell’Aquila, 22’, da destra mette nel cuore dell’area di rigore, Rosi si fa ribattere la ghiotta occasione. Il gol che decide la gara arriva al 31’ quando Bolzan serve Draja che impegna Francese il quale si rifugia in angolo. Dalla bandierina di destra della porta del Corridonia calcia Paris, palla smanacciata da Franzese, la difesa del Corridonia che cerca di allontanare il pericolo, raccoglie la sfera Parlato che la rimette in area, Paris indovina, da sinistra, il diagonale vincente:è l’uno a zero è il gol che decide le sorti della partita.

GLI SPOGLIATOI: “Nulla da recriminare – dice Giovanni Ciarlantini il tecnico del Corridonia – Abbiamo provato e riprovato, non siamo risuciti a far gol, per il resto buona la prestazione della squadra che non ha avuto di certo timori riverenziali nei confronti di una grande del campionato. Sono soddisfatto della prova dei ragazzi, non abbiamo avuto fortuna”. Il tecnico della Fermana Cornacchini dice: “Abbiamo ottenuto i tre punti, non abbiamo avuto problemi se non quelli con il terreno di gioco. Sapevamo della forza della squadra di casa, ci siamo adeguati. Abbimo meritato i tre punti ottentui contro una grande squadra. Vincere al Martini non sarà facile per nessuno”.

il tabellino:

CORRIDONIA (4-4-2): Franzese 6, Longo 6, Martinelli 6, Agus 6, Amaolo 6 (72’ Barucca), Parise 6.5, Taglioni 6, Pandolfi 6 (68’ Trobbiani s.v.), Marasca 6.5, Raffaeli 6 (59’ Dell’Aquila), Rosi 6. All.: Giovanni Ciarlantini.

FERMANA (4-4-2): Castorani 6, Bordoni 6,Vitale 6 (69’ Gentile s.v.), Alagia 5.5 (46’ Tursi 6), Bolzan 6.5, Pantera 6, Ekanj 5.5 (60’ Martorana 6), Parlato 6.5, Draja 7, Vitali 6.5, Paris 7. All.: Cornacchini.

ARBITRO: Rossetti di Ancona (Malatesta San Benedetto del Tronto-Magagnini di Jesi).

RETE: 76’ Paris.

NOTE – Spettatori 500 circa. Ammoniti: Gentile, Pantera, Parlato, Vitali, Rosi. Angoli: 6-4. Tempi di recupero: 1’+4’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X