Ciarlantini (Verdi): “Macerata verso
la giornata nazionale di mobilitazione
per l’acqua del 4 dicembre”

- caricamento letture
Gabriella-Ciarlantini

Gabriella Ciarlantini

Dal consigliere comunale dei Verdi Macerata Gabriella Ciarlantini riceviamo:

Sabato 4 dicembre, in concomitanza con il vertice mondiale sul clima a Cancun, sarà la giornata di mobilitazione nazionale per l’acqua pubblica.
Il Coordinamento marchigiano per i Movimenti per l’acqua, ha promosso ad Ancona una manifestazione regionale per ribadire la centralità del referendum promosso da quella grande coalizione sociale che si riconosce nel Forum italiano dei Movimenti per l’acqua.

Un referendum la cui effettività potrà essere garantita solo attraverso l’immediata approvazione di un provvedimento di moratoria sulle scadenze previste dal decreto Ronchi e sulla normativa di soppressione delle Autorità d’Ambito territoriale: deve essere consentito ai cittadini di esprimersi sui quesiti referendari prima che i servizi idrici vengano messi a gara e privatizzati, per poter rivendicare una gestione pubblica e partecipata dei servizi idrici, fuori dalle logiche di mercato, di sfruttamento e di privatizzazione.

In Italia, i movimenti hanno aperto fronti diversi sul tema della gestione dell’acqua: l’opposizione alla privatizzazione dell’acqua è infatti cresciuta dal basso soprattutto grazie a quella mobilitazione sociale che ha spinto Comuni a riappropriarsi degli acquedotti
privatizzati e regioni a scommettere sulla gestione pubblica.

Centinaia di Consigli comunali hanno infatti già inserito nei loro Statuti la dichiarazione di non rilevanza economica del servizio idrico: una formula che esclude, di conseguenza, il ricorso a gare pubbliche e a società per azioni, sia private che miste.

E’ sulla spinta della stessa mobilitazione sociale che, dopo un lungo percorso iniziato la scorsa estate, è stato avviato l’iter di modifica dello Statuto comunale anche a Macerata, che si concluderà con la discussione in Consiglio entro gennaio. Con questo atto si tradurrà in norma l’impegno che l’Amministrazione comunale aveva già assunto in sede di approvazione delle linee programmatiche: il Comune di Macerata
affermerà l’acqua “come bene comune e diritto umano universale” e “il servizio idrico integrato come servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =